Eav, arrivano i tornelli sui bus: la sperimentazione parte da Castellammare

Le Società di Trasporto Pubblico Locale, in Campania ma non solo, tra i vari problemi che sono impegnate a risolvere quotidianamente, hanno quella della lotta all’evasione tariffaria, che sottrae, alle casse societarie, milioni di Euro, che poi mancano per gli investimenti, per l’acquisto di nuovi autobus e quant’altro serve in termini di efficienza.

Al fine di poter utilizzare ulteriori strumenti, Eav ha deciso, tra le prime in Italia, di sperimentare, sugli autobus, i cosiddetti “Tornelli di bordo”, installati all’altezza dell’obliteratrice/validatrice collocata subito dopo il posto di guida. L’installazione è stata effettuata sotto il controllo della MCTC, a garanzia della sicurezza dei viaggiatori.

I viaggiatori dovranno semplicemente vidimare il proprio biglietto: il sistema prevede l’apertura del varco, che se forzato, aziona un dispositivo ottico/acustico nella postazione del conducente.

Trattandosi di sperimentazione, in una prima fase sono stati equipaggiati solo 6 autobus. Si è individuato il servizio effettuato a Castellammare di Stabia come servizio dove effettuare la sperimentazione, trattandosi di un servizio a sé stante ed effettuato con un numero ridotto di autobus: non vuole essere certo un motivo di recriminazione nei confronti dei cittadini stabiesi, il cui “comportamento” circa il pagamento del biglietto è del tutto in linea con quanto si presenta nei principali comuni serviti.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più