In Campania sempre più colonnine per auto elettriche: quanto costa fare un pieno

La seconda colonnina per la ricarica della auto elettriche arriva a Caserta, frutto di un accordo tra l’Enel X e il Comune. L’esigenza nasce dal fatto che, ormai, sono sempre di più le auto non alimentate con i carburanti tradizionali e, quindi, ci si deve adoperare per garantire che queste ultime possano essere ricaricate in ogni dove.

In via La Pira già era presente da un po’ una prima colonnina, la seconda è stata posta in piazza Cattaneo, in pieno centro, alla presenza dei responsabili della società e dell’amministrazione, del sindaco Carlo Marino e dell’assessore Tiziana Petrillo.

«L’accordo con il Comune di Caserta» spiega Massimiliano Costantini, responsabile Rapporti con le Pubbliche Amministrazioni Area Sud Enel X« si inserisce nel piano nazionale per la realizzazione dei punti di ricarica dei veicoli elettrici, che vedrà la posa di circa settemila infrastrutture di ricarica entro il 2020». La colonnina ha in dotazione due prese elettriche.

Effettuando una ricerca in rete, si scopre che le tariffe per la ricarica sono diverse. Si parte dai 2,5 centesimi al minuto per arrivare ai 40 centesimi per Kwh. Il costo di una ricarica completa si aggira tra gli 8 e i 9 euro.

Il pagamento può essere effettuato con carta di credito, con l’app ENEL e-go, con contanti e monete e tramite tessera del gestore della stazione e addebito a consumo su RID.

Attraverso il cellulare sarà possibile individuare le stazioni più vicine dove andare a rifornirsi, una volta collegata l’auto ci si potrà allontanare, essendo le prese generalmente dotate di blocco che rendono impossibile scollegare il cavo per sottrarlo durante la ricarica.

Una realtà sempre più in espansione in tutta l’Italia, si pensi che solo nel territorio casertano le colonnine previste sono 13.