MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Video. Si incatena fuori al negozio di Cannabis: “E’ uno sch**o, chiuso ingiustamente”

Un imprenditore si è incatenato all’esterno del suo negozio in quanto vittima, a suo dire, di un’ingiustizia. Il ragazzo gestisce un negozio in cui si vende Cannabis leggera, che non ha effetti stupefacenti di nessun tipo. Ma dopo alcune segnalazioni, a dire del proprietario false, il Tribunale gli ha ordinato ingiustamente la chiusura del negozio.

Infatti ha raccontato ai microfoni di BelvedereNews. net:“Mi sono incatenato qui perchè hanno chiuso il mio negozio ingiustamente. Per prima cosa non è proibita la vendita di cannabis leggera, in quanto è legale. Il tribunale mi ha chiuso il negozio anche se è un’ingiustizia. Sono anche indagato per spaccio di stupefacenti, cosa che non è assolutamente vera. La Cannabis che vendo io è leggera e soprattuttpo non ha effetti droganti. Noi non abbiamo rapporti con la Camorra.Questo che vedete è tutto un sch**fo, uno sch**o italiano. Perchè in altri paesi ci sono ragazzi che utilizzano cannabis e sono tutelati dalla legge”.

Il ragazzo ha ottenuto anche il sostegno dell’intera comunità che da sei giorni è presente all’esterno del negozio per unirsi alla protesta del giovane.

Il video del servizio di BelvedereNews