Video: Tifoso canta l’inno della sua squadra in chiesa e il prete lo sgrida

Vi è stato un simpatico siparietto in una chiesa vicino Roma. Un uomo, dall’alto del leggio, invece di leggere le parole del Vangelo ha preferito intonare l’inno dell’A.S. Roma. Il video sta letteralmente spopolando sul Web.

Il tutto sembra svolgersi durante una cerimonia sacra, probabilmente un matrimonio e altro. A pubblicare il video è stata la Pagina Facebook, Calciatori Brutti, la quale è solita condividere e scherzare su avvenimenti legati al mondo dello sport. Nelle immagini, che stanno facendo il giro di mezza Italia, si vede proprio un tifoso giallorosso che legge l‘inno della sua squadra del cuore, in modo quasi religioso. così, al posto delle lettere di San Girolamo o dei passi del Vangelo di Luca, gli spettatori hanno dovuto sentire levarsi il “Grazie Roma” di Antonello Venditti. Che sia stato meglio per loro, a voi la scelta.

Ma non tutti sono rimasti proprio immobili a filmare. Qualche minuto dopo infatti, è arrivato il prete, con un’aria non molto compassionevole. Il prelato ha così richiamato il fedele (della squadra, intendiamoci bene) per riportarlo alla normalità. Il tifoso così, dopo il suo breve momento di gloria, ha girato il foglio e si è poi deciso a leggere un brano evangelico. Il video poi si conclude con lo stupore e l’ilarità dei presenti, i quali si aspettavano di assistere a tutto (come si sa, i matrimoni possono nascondere ben altre sorprese) fuorché ad una scena simile.

Al di là di tutti i discorsi etici e morali che si possono fare, la scena mette il sorriso. Ciò dimostra come per molti italiani, la fede vera coincide con quella del prato d’erba. 

Roma, Santa Messa.Un giovane tamarro recita Grazie Roma spacciandola per un passo della Bibbia.

Pubblicato da CALCIATORI BRUTTI su Martedì 25 giugno 2019

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più