Cava de’ Tirreni, far west in ospedale: il padre di un medico spara al figlio del paziente

Paura ieri 21 ottobre all’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni, quando è scoppiata una lite tra due persone. Secondo una prima analisi tutto sarebbe nato a causa dell’invito da parte di un medico a lasciare la sala d’attesa ad uno degli accompagnatori di un anziano signore. La discussione, cominciata in mattinata, nel pomeriggio poi è sfociata in qualcosa di più serio.

La vicenda vede coinvolte una delle due persone che, pare abbiano accompagnato un loro parente nella struttura, e, il padre del medico suddetto.

Proprio lui avrebbe esploso il primo colpo di pistola contro la gamba di uno dei due, ciò ha scatenato la rabbia del figlio della persona colpita che lo ha inseguito. A questo punto il litigio si è amplificato, infatti, durante la colluttazione è stato raggiunto da un colpo anche il padre del medico, tra l’altro con la stessa pistola usata in precedenza da lui stesso.

I due uomini sono stati sottoposti ad un intervento chirurgico.

Sull’episodio indagano in queste ore i Carabinieri. L’azienda ospedaliera “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, alla quale fa riferimento l’ospedale in questione, ha fatto sapere che ha intenzione di avviare un’indagine interna, queste le parole in una nota: “In riferimento all’episodio occorso nel pomeriggio di oggi presso il Presidio Ospedaliero Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni, l’Aou San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno attende l’esito delle indagini in corso da parte dell’Autorità Giudiziaria, precisando che la Direzione Commissariale ha prontamente attivato il servizio ispettivo aziendale”.

Episodi come questi ormai all’ordine del giorno, il far west negli ospedali si ripete da copione, basta un futile motivo per estrarre un’arma che, con tanta facilità la si ottiene e la si usa in modo improprio, mettendo a rischio la vita di persone che non c’entrano nulla.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più