Video. Policlinico, parcheggiatori abusivi invadono le zone di sosta interne

Parcheggiatori abusivi al Policlinico, è questa la notizia di oggi. Napoli ne è piena di parcheggiatori abusivi, in ogni luogo, appena si parcheggia un auto, ne spunta uno che chiede soldi. E in più, adesso troviamo i parcheggiatori abusivi al Policlinico, dove si sono impossessati anche delle zone di sosta interne

Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale dei Verdi, che combatte ogni giorno contro i parcheggiatori abusivi ed è stato anche aggredito da uno di questi, ha commentato così la notizia: “Ci è stato segnalato un video, ai limiti dell’assurdo che mostra la presenza di parcheggiatori abusivi all’interno del Policlinico. Non sulla pubblica via, ma all’interno della struttura“.

Gli estorsori della sosta hanno letteralmente invaso i piazzali, posizionando le automobili in ogni spazio libero, senza alcun rispetto alcuno per i sistemi di viabilità interni alla cittadella ospedaliera. Abbiamo inviato una nota con la massima urgenza all’azienda ospedaliera universitaria “Federico II”, chiedendo di attivarsi per liberare immediatamente le aree di sosta dal controllo di qualsiasi soggetto che non sia autorizzato“.

In pratica i delinquenti stanno cercando di mettere in atto il replay di quanto accadeva al San Giovanni Bosco dove il parcheggio interno era gestito dalla malavita locale”, afferma il Consigliere a proposito del fenomeno dei parcheggiatori abusivi al Policlinico. “Ma non lo permetteremo.

In ogni caso tale episodio rappresenta in maniera calzante la tracotanza degli estorsori della sosta, pronti ad appropriarsi di qualsiasi luogo. Se il legislatore, il governo e il ministro dell’Interno non si daranno una mossa nel promulgare una norma che permetta di detenerli in carcere ce li ritroveremo a estorcerci denaro fin dentro le nostre case“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più