Video “Welcome To Naples”. L’accoglienza turistica targata Napoli

Il Comune di Napoli realizza un video per sponsorizzare l’iniziativa “Welcome to Naples”. Immagini, interviste e musica per spiegare da vicino l’idea che ruota intorno alla manifestazione che durerà dal 9 al 13 giugno e che ha come obiettivo quello di accogliere i turisti provenienti da ogni parte del mondo con danze, canti e musiche tipiche del folklore napoletano.

Un’iniziativa ritenuta “pericolosa” (da alcuni) per quella Napoli che invece di rafforzarli dovrebbe liberarsi da certi cliché e “vantaggiosa” da chi invece, vede nell’intraprendenza di questi giovani artisti partenopei, la salvezza della Napoli del futuro.

Il progetto, che prende il nome di “Dove sta Zazà” (famoso classico della musica popolare napoletana) è stato realizzato dall’associazione Agorà Arte e si propone di dare un “Benvenuto” speciale ai turisti in transito per l’aeroporto.

Gli spettacoli, fissati dalle 10.30 alle 12.30 e poi dalle 16.30 alle 18.30 saranno completamente gratuiti e visibili a tutti. L’assessore alla politiche giovanili Alessandra Clemente commenta così l‘iniziativa: “In un buon momento di ripresa per l’economia legata al turismo della nostra città, confermato dai dati dell’aeroporto che registrano una considerevole crescita dei passeggeri in questi primi 6 mesi del 2014, +20% grazie all’incremento dei voli di linea diretta – spiega ancora l’Assessore – quindi abbiamo voluto investire sui giovani e sulla cultura, perché sono l’immagine più forte della città di Napoli, e l’unione tra accoglienza turistica, giovani e cultura genera sviluppo economico e quindi concrete prospettive di lavoro” .

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=3VT9xjOtvfE&app=desktop[/youtube]

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più