Maxi-parcheggio della stazione metro di Chiaiano: 700 le auto che potrà ospitare

Novità per i cittadini napoletani. Come riporta Fanpage, un nuovo parcheggio da 700 posti auto sarà realizzato a Chiaiano, nei pressi della fermata della linea 1 della metropolitana, dove ce ne sono già due più piccoli con la capienza di 500 posti.

Prenderà il posto dell’attuale parcheggio, preso di mira dai vandali, del centro polifunzionale di villa Nestore, che nacque per accogliere impianti sportivi e centri di ascolto per giovani e anziani. Attualmente il centro ospita una scuola per l’infanzia, un asilo nido ed un auditorium.

Per far sì che il progetto prenda vita saranno necessari numerosi lavori, tra cui la ristrutturazione delle strade di accesso alla zona Via Compagnone e Cupa Carderito. Rendere agibile questa zona e adibirla a un grande parcheggio di interscambio è una proposta al vaglio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Proprio il ministero ha ricevuto la richiesta di fondi, 70.000 euro per l’avvio dei lavori, da parte del comune di Napoli. L’idea, seconda a quella del parcheggio di via Brin che può ospitare fino a 800 vetture, sarà di grande aiuto agli studenti e lavoratori che ogni giorno affollano la metro di Chiaiano. Tutti saranno liberi di lasciare lì la propria auto pagando una piccola tariffa che coprirà l’intera giornata.

L’impianto, che sarà gestito dall‘Anm, doveva essere già realizzato nel 1997 ma, purtroppo, il progetto non andò avanti. Solo il 6 novembre di quest’anno, Palazzo San Giacomo ha approvato la delibera che prevede l’accesso alle risorse del “Fondo Progettazione“, destinato a finanziare i Pums, i Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile delle città.

Sentiamo le parole del Presidente della commissione trasporti, Nino Simeone:Ben vengano i parcheggi di interscambio in città. La speranza è che per quando sarà realizzato siano arrivati anche i treni nuovi del metrò“.

Oggi sono 30 i parcheggi presenti a Napoli, e il nuovo parcheggio a Chiaiano rappresenterebbe una grande svolta: “Uno dei principali nodi di interscambio cittadini in ragione della sua ubicazione a ridosso del confine comunale e in prossimità degli accessi al sistema autostradale“, dice il direttore del Pums.

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più