VIDEO. Grandine a Napoli: arriva la prima ‘neve’ nella zona collinare. Traffico in tilt

neve a napoli

L’emergenza maltempo continua a creare disagi a cose e persone. Nonostante l’allerta meteo di colore giallo, verso ora di pranzo la zona collinare di Napoli si è ritrovata sommersa da uno strato bianco: la prima neve della stagione.

Imbiancata la collina dei Camaldoli tra il Monaldi e il Cotugno. Circolazione delle auto totalmente paralizzata in tutta la zona ospedaliera sia a causa delle piogge che del ghiaccio presente al bordo della strada.

Questa la foto scattata da una nostra lettrice al Policlinico.

Il ghiaccio a contatto con il manto stradale si è poi trasformato in acqua. Questo il video di una lettrice postato su Facebook che mostra i pesanti disagi per i pedoni. Acqua mista a ghiaccio che ha bloccato l’intera zona.

Questo un altro video postato sempre sui social e relativo alla zona ospedaliera.

La circolazione della metropolitana è stata chiusa per alcune ore, per motivi tecnici, nella stazione Policlinico. Mentre fortemente in ritardo, per intenso traffico, alcune linee di bus.

Ambulanze bloccate e auto ferme per molti minuti sempre allo stesso posto. La situazione critica della zona ospedaliera nel video di un utente che lavora all’Ospedale Cardarelli.

In un altro video, Sommella Fortunato (segretario regionale partito pensionati) se la prende con il Sindaco di Napoli e l’Amministrazione. Un fiume d’acqua dovuto, a suo dire, dalle caditoie ostruite causando gravi pericoli.

Questo il video postato da Francesco Emilio Borrelli nella zona di Cappella Cangiani:

GRANDINE – In realtà viste le temperature ancora alte (siamo intorno ai 16 gradi) quella depositata a terra era grandine. I classici chicchi di ghiaccio infatti si formano durante i temporali, anche d’estate. Le forti correnti ascendenti trasportano le gocce di acqua fino a quote in cui la temperatura è inferiore allo zero. Qui le gocce si uniscono tra loro trasformandosi in cristalli di ghiaccio. Quando il peso diventa eccessivo, il chicco precipita al suolo. Questo crea l’effetto a prima vista che fa pensare a neve caduta a Napoli.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più