Napoli, spesi 250 mila euro per lavori di manutenzione straordinaria in 20 scuole

lavori manutenzione

In questi mesi l’emergenza maltempo ha evidenziato un problema di mancanza di manutenzione in diverse scuole di Napoli e provincia. Per evitare danni agli studenti, il sindaco di Napoli è intervenuto più volte chiudendo, con l’allerta meteo, i complessi scolastici. Ora finalmente arrivano i fondi, quasi 250 mila, per i lavori e la messa in sicurezza delle strutture.

Lo annuncia l’Assessorato alla Scuola e all’Istruzione del Comune di Napoli con un post su Facebook:

“Interventi di manutenzione straordinaria in 20 scuole napoletane. Con un Appalto di Manutenzione Straordinaria, finanziato con oneri concessori, è stata eseguita la prima tranche di interventi sulla sicurezza delle scuole della città, inerenti il ripristino di servizi igienici ovvero alla messa in sicurezza dei fabbricati (facciate, controsoffittature antisfondellamento, impermeabilizzazioni, cornicioni, revisione servizi igienici, rimozione pluviali in amianto, etc.). L’importo dei lavori è pari a 245.000,00 Euro”.

Altri fondi il Comune spera di ottenerli da un bando pubblicato dal Ministero per l’Istruzione, come spiegato dall’assessore alla scuola Annamaria Palmieri.

“Le richieste di lavori di manutenzione straordinaria che vengono dalle scuole ricevono risposta attraverso ogni possibilità di finanziamento. Anche tramite il bilancio comunale, come in questi casi. Ovviamente mentre si interviene sulle urgenze per tutelare il quotidiano scolastico, si programma con “Patto per Napoli” per le misure più corpose. Dal MIUR arriva ora notizia di un bando per 58 milioni di euro per i certificati di prevenzione incendi, per tutta Italia, 70.000,00 Euro massimo a scuola. Parteciperemo, ovviamente, come abbiamo partecipato – con 140 schede – al precedente bando MIUR che stanzia 40 milioni di euro (per tutta Italia) per le indagini dei solai.

Ma dato che *non si possono “mettere a bando” i diritti dei bambini* aspettando e scegliendo una scuola piuttosto che un’altra, noi abbiamo scelto di programmare CPI e indagini di vulnerabilità sismica per tutti con i fondi della Coesione. E, mentre lì vanno in porto le gare, si fa ogni sforzo per risolvere le criticità puntuali. Tutto questo tramite gli sforzi degli stessi uffici tecnici, pochi uomini oberati di lavoro ma che sanno di perseguire quella che per l’ Amministrazione de Magistris è una priorità, la difesa della scuola pubblica”.

Nel post è presente l’elenco completo delle scuole (divise in municipalità) per cui sono stati stanziati i soldi per i lavori di manutenzione. Gli interventi più massicci nella V e X Municipalità. Con l’allerta meteo, in un solo giorno, erano state ben 30 le scuole che avevano subito danni. Un bollettino ‘da guerra’ stilato dallo stesso sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Con questi soldi si spera ora di poter arginare i danni causati dal maltempo.

Potrebbe anche interessarti