VIDEO. Torna il grande sport in città: Napoli ‘Capitale della Scherma’ nel 2020

napoli capitale scherma
Diego Occhiuzzi

Dopo le Universiadi, un nuovo importante evento sportivo si terrà nella città di Napoli. Dal 4 al 7 giugno del prossimo anno il capoluogo partenopeo diventerà la “Capitale italiana della scherma”.

L’evento, organizzato dall’associazione ‘Milleculure’ presieduta da Diego Occhiuzzi, racchiude i Campionati italiani assoluti olimpici, paralimpici e non vedenti e si terrà al PalaVesuvio. L’ impianto sportivo, sito in Via Argine nel quartiere Ponticelli, che è stato riqualificato grazie ai soldi e ai lavori per le Universiadi. Oggi è stato presentato il programma che comprende le tappe di avvicinamento alla competizione nazionale nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo.

Queste le parole di Diego Occhiuzzi, argento nella sciabola individuale e bronzo nella sciabola a squadre a Londra 2012 e bronzo nella sciabola a squadre a Pechino 2008.

“Napoli ha bisogno di eventi del genere. Questo sarà un campionato di scherma diverso. Vorremmo fare un campionato italiano dove gli spalti siano sempre tutti pieni. Non ci sarà soltanto la scherma ma si potranno conoscere anche altre discipline sportive”.

Presente alla conferenza anche l’assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello.

Questo evento è la continuazione di quello che hanno rappresentato per Napoli le Universiadi. E’ stata una felicissima intuizione dei nostri campioni locali, di Diego Occhiuzzi, cha ha voluto proporre la città di Napoli per questi campionati di scherma. Ormai i nostri impianti sono idonee per poter ospitare manifestazioni del genere. E inoltre importante perché il movimento di scherma napoletano e campano è molto forte”.

La Federazione della Scherma si dice entusiasta per l’investitura di Napoli.

“Napoli accoglie la scherma con entusiasmo, abbracciando i valori di cui è ricco il nostro mondo – ha detto il presidente federale -. Ne è l’esempio emblematico la dottoressa Rossana Pasquino, campionessa paralimpica e icona d’impegno e cultura. Siamo una grande agenzia educativa per i nostri giovani e mi riempie d’orgoglio il coinvolgimento, come promotore dell’evento, di Diego Occhiuzzi: il suo amore per il nostro sport e la sua città è un valore aggiunto. Dovrà metterci la stessa forza dell’Olimpiade di Londra2012 per organizzare qualcosa di grande. Quando parliamo di Campionati Italiani Assoluti per noi s’intende un unico evento, che coinvolge atleti paralimpici e non vedenti – ha continuato il presidente Scarso -. E sarà anche l’occasione per assegnare i titoli tricolore per gli atleti militari.

La collaborazione tra la FederScherma e l’Esercito è fondamentale. Questo evento rappresenta un ulteriore momento di crescita, grazie al Comune di Napoli, all’intero movimento schermistico regionale, a MD che dà un segnale di cultura sponsorizzando la scherma, disciplina che si apre sempre più al pubblico. Nell’Universiade Napoli2019 gli sportivi campani hanno accompagnato con una splendida partecipazione e grande calore l’Italia alla vittoria nel medagliere”.

Potrebbe anche interessarti