Video. L’Albero che uccise al Vomero era stato segnalato ai Pompieri che risposero: “Non è di nostra competenza”

Albero Vomero

A distanza di più di un anno dalla tragedia che colpì Cristina Alongi, la quarantaquattrenne uccisa dal crollo di un albero in Via Aniello Falcone,continuano ad emergere nuovi ed inquietanti particolari. Spunta una terza telefonata, attualmente allegata agli atti, fatta circa due settimane prima dell’‘incidente. Una morte che poteva essere evitata quella di Cristina. Secondo nuove testimonianze il titolare del “baretto” nei pressi dei giardini aveva infatti  contattato solo qualche giorno prima la centrale operativa dei Vigili del Fuoco per segnalare, dettagliatamente, la condizione precaria e quindi pericolosa dell’albero che sie era rovinosamente inclinato.

A quanto pare il pompiere girò la segnalazione alla polizia municipale. Il ragazzo, evidentemente allarmato, parlando dell’albero spiegò : “Si è piegato, si è fatto un taglio proprio su se stesso” ma il vigile del fuoco diede una risposta differente da quanto sperato: “I Pompieri non possono abbattere un pino secolare né potarlo”.

Da quella telefonata al momento del distacco nessun intervento fu fatto e circa 15 giorni dopo l’albero uccise Cristina. Ora starà ai giudici capire come sia stato possibile il verificarsi di una simile storia. Secondo le prime indagini pare che, a rendere la  ancor più complessa la situazione, il carico di lavoro e di stress che in quei giorni gravava sulle centrali operative dei vigili del fuoco e della polizia municipale.  Ma una condizione di stress e sovraccarico lavorativo può davvero giustificare un immobilismo che ha portato alla morte di una giovane donna?

In questi giorni Giovanni Corona, titolare delle indagini, si prepara a chiedere il rinvio a giudizio con l’ipotesi di omicidio colposo per il pompiere e l’agente di polizia municipale, oltre che per una funzionaria agronoma del Comune che solo qualche mese prima aveva effettuato svariati controlli nei giardinetti di via Aniello Falcone senza avviare alcun tipo di pratica su quel pino secolare già in evidente stato di pericolo.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=FBfPfyXIakc[/youtube]

Potrebbe anche interessarti