Volevano spiare Caldoro, scoperta una “cimice” nella stanza del governatore

Caldoro

Un congegno predisposto per l’installazione di una “cimice” è stato trovato nella stanza del Presidente della Giunta regionale della Campania, Stefano Caldoro, all’interno del Consiglio regionale a Napoli. Secondo quanto si apprende il dispositivo – dai primi rilievi – sarebbe risultato privo di microfono. Sul fatto indaga la Digos Sono stati gli addetti alle pulizie del Consiglio regionale a fare la scoperta ieri mattina: successivamente i dirigenti degli uffici regionali, con sede al Centro Direzionale di Napoli, hanno denunciato il fatto alla polizia che è intervenuta.

Il dispositivo, un contenitore di batterie finalizzato all’uso di una cimice, essendo privo di microfono non era attivo. Le indagini in corso da parte degli investigatori punteranno a stabilire se lo sia mai stato e chi sia stato a installare l’impianto.

La stanza al primo piano del Consiglio regionale in cui è stato fatto il ritrovamento è un ufficio distaccato del governatore, che lo utilizza di rado e solo in occasione delle sedute del Consiglio regionale.

Fonte: Il Mattino

Potrebbe anche interessarti