Coronavirus, Daniela ha vinto la battaglia: può tornare dalle sue bimbe

Ha combattuto per settimane con la terribile infezione da Covid-19, e adesso il suo calvario è finalmente giunto al termine. Daniela De Rosa, la dottoressa di Savignano Irpino positiva al Coronavirus, può finalmente tornare a casa dalle sue bimbe.

Secondo quanto riporta Irpinia News, a dare l’annuncio è stato il sindaco di Savignano Irpino, Fabio Della Marra Scarpone, nella giornata di ieri. “Con immensa gioia, comunichiamo a tutti voi che la nostra cara concittadina oggi sarà dimessa dall’ospedale di Benevento dopo aver vinto la sua personale battaglia contro il COVID -19.

Oggi potrà ricongiungersi al proprio nucleo familiare ed alle sue piccole e perché no, anche alla sua comunità che tanto ha pregato per lei“. Il primo cittadino ha inoltre comunicato: “Le condizioni del nostro cittadino attualmente ricoverato sono stabili”.

Qualche giorno fa, la dottoressa Daniela De Rosa aveva lanciato un appello dal suo letto d’Ospedale, al “Rummo” di Benevento. Un video toccante, in cui la donna raccontava la sua battaglia con il Coronavirus per far capire a tutti quanto fosse importante seguire le regole.

“Vi spiego perché sono qui a mandare questo messaggio: sono chiusa in isolamento da così tanti giorni che non li conto più, ho preferito fare un video perché è più d’impatto rispetto a un comunicato scritto con una semplice foto”, spiegava la dottoressa De Rosa nel video.

“Non posso aprire la finestra, non ho contatti con nessuno se non due volte al giorno per pasti e controlli. Mi lasciano il cibo in corridoio su un carrello e stanno a debita distanza da me. Il Coronavirus mi ha provocato una bruttissima polmonite intersiziale bilaterale con grave insufficienza respiratoria.

Ho 43 anni e godevo prima di quest’episodio di ottima salute. Ora mi trovo a combattere con la morte e con il mio amico respiratore. Dopo la morte di mio padre è stata l’esperienza più brutta della mia vita. Combatto per tornare dalle mie due bimbe. Oggi sono riuscita a parlare dopo giorni”.

Ci auguriamo che tutti ascoltino il suo appello, e che tutti possiamo combattere insieme per fermare questa emergenza.

Potrebbe anche interessarti