Coronavirus. Scuola, hacker entrano nelle lezioni online: mettono anche i voti

Coronavirus. Ci mancava solo questa. Stavolta a essere prese di mira dagli hacker sono le piattaforme online dove gli studenti ogni giorno stanno facendo lezione.

Tante le scuole, le cui piattaforme sono state prese da assalto, dalle medie alle superiori. Basta inserire le credenziali di accesso, ovviamente fasulle, per intromettersi nelle lezioni.

All’interno del materiale didattico utilizzato dai docenti hanno inserito di tutto e di più. Si pensi che al posto di un documentario sulla seconda guerra mondiale hanno introdotto scene di una serie tv Netflix o addirittura immagini dei mondiali di calcio. In altre invece compaiono cuoricini e dichiarazioni d’amore. Siamo alla frutta!

Tutto ciò avviene sotto gli occhi dei professori che, poverini non riescono a fermarli dato che le intromissioni provengono sotto nomi in codice difficili da identificare.

Talvolta gli hacker diventano anche docenti, in un’altra scuola infatti hanno corretto alcuni esercizi, assegnato compiti e hanno perfino messo i voti. Tutto ciò ha dell’incredibile.

Immagini dal contenuto osceno e volgare sono comparse invece durante una lezione virtuale di fisica in un liceo, basta inserire un link e si entra immediatamente in una delle piattaforme.

Su Telegram sono molteplici i gruppi:  “Assaltiamo le videolezioni” o “Invadiamo videolezioni”. Nomi dai termini poco equivocabili che non lasciano presagire nulla di buono.

Situazioni come questa vanno a discapito dei più che tentano di fare il loro lavoro in modo corretto dalla parte dei professori e da chi, dall’altro lato, vorrebbe semplicemente imparare.

Le uniche armi a disposizione sono: cambiare le password, resettare i link di accesso e usare piattaforme più sicure anche se a pagamento.

Potrebbe anche interessarti