De Luca: “In Campania registriamo il tasso di decessi più basso d’Italia”

Vincenzo De Luca fornisce il suo aggiornamento settimanale sull’epidemia di Coronavirus, soffermandosi in particolare sul tasso di decessi in Campania. Stando alle parole del governatore, si tratta infatti di quello più basso d’Italia, insieme al tasso di decessi di altre regioni del Sud.

In Campania abbiamo registrato un tasso di mortalità che, in relazione alla popolazione, è il più basso d’Italia, insieme a quello della Basilicata credo“, ha affermato De Luca. “Devo dire con estrema convinzione che noi abbiamo salvato la Campania, avendo assunto alcune decisioni prima del Governo. Vi ricordo sempre che la Campania è la regione d’Italia con la densità abitativa più alta“.

L’abbiamo fatto con decisioni difficili e con l’aiuto di migliaia di persone. C’è ancora qualcuno in Italia che non perde il vizio di tentare di screditare la nostra immagine. Non perdiamo tempo con queste miserie: la verità è che abbiamo dimostrato di essere un modello di efficienza e concretezza. Se continuiamo così, la Campania sarà probabilmente la prima regione ad uscire dal tunnel“.

Vincenzo De Luca si è soffermato inoltre sulla figura di Luis Sepúlveda, lo scrittore cileno recentemente stroncato dal Coronavirus. Il governatore della Campania ha esposto alcune riflessioni: “Questa epidemia sta cambiando il mondo. Non tutti hanno capito che nulla sarà più come prima. Cambieranno le relazioni sociali e il modo di organizzarsi delle società contemporanee, delle attività produttive, finché non avremo messo a punto un vaccino efficace.

Ma anche quando avremo un vaccino, cambierà tutto. il pericolo di contagio diventerà uno dei pericoli incombenti sulle società contemporanee. I fenomeni di globalizzazione, di diffusione estrema di relazioni sul piano mondiale ci chiameranno in qualche modo a fare i conti con un’altra organizzazione di vita con diverse priorità“.

Potrebbe anche interessarti