Sindaco di Ischia al Prefetto di Napoli: “Se non arrivano aiuti darò le dimissioni”

Il turismo è uno dei settori che risente e risentirà maggiormente dell’emergenza Coronavirus. Lo sa bene Enzo Ferrandino, sindaco di Ischia, che in un intervento a Nuvola TV ha risposto a una nota inviata dal Prefetto di Napoli. Il primo cittadino ha addirittura minacciato di rassegnare le dimissioni, se non verrà elaborato un piano di aiuti per la comunità ischitana.

C’è bisogno di una forte presa di posizione sulla situazione che si sta venendo a generare non solo sull’isola d’Ischia, ma in tutte le località turistiche“, ha affermato Ferrandino. “Abbiamo lavoratori che per meri tecnicismi non si vedono riconosciuti i 600 euro di bonus da parte dell’Inps.

Dobbiamo mettere da parte questi meccanismi da burocrati, ma serve di più: noi abbiamo bisogno di un piano nell’immediato per sostenere coloro che rimarranno sicuramente inoccupati nella prossima stagione turistica. E bisogna dare gli strumenti anche agli enti locali per poter sostenere le proprie comunità.

In risposta a una nota della Prefettura che invitava noi sindaci della provincia di Napoli ad assumere atteggiamenti di solidarietà, io dico che sono pronto a rimettere nelle mani del Prefetto la fascia tricolore se non ci saranno aiuti seri alle nostre comunità. Ischia è un’isola che vive di turismo, e sicuramente avremo una drastica riduzione dei flussi turistici quest’estate. Senza aiuti non riusciremo a superare questo momento“.

Inoltre, comunica Ferrandino nella sua risposta al Prefetto, “nei prossimi 18 mesi abbiamo bisogno di un piano di rilancio del turismo, con una defiscalizzazione delle attività“. Sia l’isola di Ischia che l’intera area di Napoli hanno sempre fatto affidamento sul turismo, e adesso hanno bisogno di un aiuto consistente, se si vuole evitare il default del Sud.

Potrebbe anche interessarti