Rientri in Campania, 32 positivi al test rapido: in 36 sono partiti con la febbre

stazione milano centrale
Foto: Milano Centrale, pagina Facebook

Proseguono i controlli sui viaggiatori che rientrano in Campania dalle altre regioni d’Italia. A preoccupare sono specialmente quelli provenienti dal Nord, la zona più infetta del Paese, e dove si trova il numero di gran lunga più consistente di coloro che tornano in Campania.

L’Unità di Crisi della Regione Campania rende noto che, nella giornata di oggi, nell’ambito dei controlli effettuati presso le stazioni ferroviarie della Campania, nei posti di sorveglianza ai caselli autostradali, all’aeroporto di Capodichino, in alcuni luoghi nevralgici del territorio come i terminal bus, sono stati registrati 4818 viaggiatori provenienti da fuori regione. Il numero include anche anche le registrazioni di rientri con auto a noleggio (98).

Tutte le persone controllate presso le stazioni, l’aeroporto ai caselli autostradali e negli altri punti del territorio sono state sottoposte a misurazione della temperatura. 36 passeggeri avevano una temperatura pari o superiore a 37.5°C. Sulla base delle valutazioni mediche, al momento dei controlli, le Asl hanno sottoposto a test rapido ed eventualmente a tampone naso-faringeo, alcuni passeggeri.

In particolare, 1018 viaggiatori sono stati sottoposti a test rapido e 32 sono risultati positivi. Per quanto riguarda i tamponi, nella giornata odierna ne sono stati effettuati 36, di cui 1 risultato positivo. I tamponi effettuati invece nella giornata di ieri hanno avuto tutti esito negativo.

147 persone, in aggiunta alle 598 di ieri, hanno comunicato alle Asl di appartenenza il proprio arrivo. Tutte le persone provenienti da fuori Campania, incluse quelle che viaggiavano con auto a noleggio, sono state poste in isolamento domiciliare, con le modalità previste dall’Ordinanza n.41

Potrebbe anche interessarti