Movida, ancora assembramenti a Milano. Il consigliere: “A questi non interessa nulla”

movida milano assembramenti 5 giugnoMilano – Ieri si sono registrati più di 400 nuovi contagi da coronavirus in Lombardia, quasi l’80% rispetto alla totalità dei casi in Italia. La Lombardia è la regione più colpita d’Italia, al quarto posto in Europa (per contagi ogni 100mila abitanti), conta migliaia e migliaia di morti con bare che ad un certo punto non si sapeva dove mettere. Eppure quelle immagini sembrano essere già state dimenticate da molti, come dimostra un post pubblicato Marco Cagnolati, consigliere del Municipio 3 del Comune di Milano.

Cagnolati ha pubblicato delle foto relative a ieri sera, dove si vedono dei vasti assembramenti di persone presso via Lecco, una delle zone della movida milanese. Questo il suo commento, piuttosto eloquente e che non necessita di ulteriori commenti:

“Purtroppo sembra che la storia abbia poco da insegnare. Dopo poco più di 15 giorni dalle ultime polemiche proprio su alcune zone della nostra città per il mancato rispetto del distanziamento sociale e delle norme anti contagio (Via Lecco, Via Teodosio – Q.re Lazzaretto – PortaVenezia Casoretto Municipio3 – solo per citarne alcune) a seguito delle promesse relative a puntuali controlli ed interventi per fare in modo che il tutto venisse gestito con la massima sicurezza ed attenzione, ecco nuovamente quello che è accaduto proprio ieri notte (fra il 05 e il 06 giugno).

“Nuovamente assembramenti, distanze di sicurezza non rispettate, molte persone senza mascherina o con mascherina abbassata… Forse queste persone credono che il coronavirus possa essere annientato da un mojito o qualche altro tipo di cocktail? Ribadisco che un nuovo lockdown avrebbe effetti DEVASTANTI, non capisco veramente come possa essere così difficile da capire… O forse a queste persone non interessa per nulla…

“Molti pensano che il proprio comportamento non possa fare la differenza, ma è qui che si sbagliano, da questa EMERGENZA COVID ne usciamo se tutti rispettiamo le regole, purtroppo in questo caso pochi mettono a rischio molti, il CORONAVIRUS non è uno scherzo…

“E i controlli? Le Forze di Pubblica Sicurezza allertate dai residenti? Qualcuno dovrà dare una spiegazione… Allertati nuovamente Sindaco, Prefetto, Questore… Vediamo quali risposte arriveranno e soprattutto se continueranno a rimanere solo promesse”.

CORONAVIRUS – ECCO COME SI RISPETTANO NORME SU CONTROLLI E DISTANZIAMENTO SOCIALE:

Purtroppo sembra che la storia abbia…

Pubblicato da Marco Cagnolati su Sabato 6 giugno 2020

Potrebbe anche interessarti