“Bus guidato da un 15enne”, fake news di Borrelli: l’autista è una donna di 44 anni

Tramite nota, l’Anm ha risposto al consigliere regionale Borrelli per aver diffuso le immagini di un bus, evidenziando il fatto che alla guida ci fosse un minorenne. In realtà, si tratta di una notizia falsa, per cui l’azienda ha chiarito l’accaduto.

In questi giorni, stanno circolando sul web immagini e video di un mezzo Anm guidato da un ragazzino di circa 15 anni, così come riportato da numerose testate. Non è mancato l’intervento del consigliere Borrelli che, come di consueto, ha denunciato quanto accaduto a mezzo social.

Tuttavia, si è trattato di una clamoroso errore che ha innescato la diffusione di una vera e propria fake news. Alla guida del mezzo non c’era un minorenne di sesso maschile bensì una donna di 44 anni.

All’interno della comunicazione ufficiale si legge: “Il video e le foto diffuse dal consigliere Borrelli ritraggono una delle tirocinanti che fanno esercitazione a bordo di un bus. L’autista è una donna di 44 anni. Sta svolgendo la trafila seguita da tutti gli autisti interinali, assunti da Anm.”

“Quel video la ritrae nella sua prima uscita a bordo di un autobus di linea. L’Anm fa svolgere tali prove di sera, per evitare traffico, in presenza di un autista esperto che interviene in casi di difficoltà.”

“La signora sta completando il suo percorso formativo e da settembre sarà nel nuovo contingente di autisti interinali in servizio per le strade di Napoli. Dovrà imparare a gestire il mezzo nella rotonda di via Caravaggio, una delle strade che per sua difficoltà è inserita nel percorso di formazione.”

Francesco Emilio Borrelli aveva già provveduto a mettersi in contatto con la nota azienda di trasporti per ricevere spiegazioni. L’Anm ha risposto al consigliere Borrelli che, tuttavia, aveva già diffuso sui social il suo video-denuncia, seguito da vari portali e media nazionali.

“Spiace che la notizia falsa sia stata diffusa dallo stesso consigliere regionale prima di verificarla con Anm, che resta sempre a disposizione per rispondere a qualsiasi dubbio suo o di altri consigliere regionali” – conclude l’azienda.

Potrebbe anche interessarti