Covid, Trump e Melania positivi: il walzer dei presidenti negazionisti positivi

Donald Trump e sua moglie Melania sono positivi al Covid. Lo ha annunciato lo stesso Presidente USA con un messaggio sui suoi profili social. “Hope Hicks – la consigliera di Trump -,che ha lavorato duramente senza prendersi neanche una piccola pausa, è positiva al Covid-19. Terribile! Io e la First Lady stiamo aspettando i risultati dei nostri test. Allo stesso tempo inizieremo la quarantena

E poco dopo sempre con tweet annuncia i risultati dei test: “Questa notte, io e Melania siamo risultati positivi al Covid. Inizieremo la nostra quarantena immediatamente. Supereremo tutto questo insieme“.

 

Non il momento migliore per Trump per beccarsi il Covid, infatti il Presidente sta correndo per il secondo mandato alla Casa Bianca contro Joe Biden. Ad un mese dalle elezioni amministrative, gli americano andranno al voto il prossimo 3 novembre, Trump non potrà fare comizi elettorali né ospitate in tv dal vivo.

Il caro Trump però è uno di quei personaggi potenti, di solito presidenti, negazionisti del covid. Partito di botto dicendo che il covid fosse “solo una normale influenza” e presentandosi in pubblico senza mai indossare la mascherina, ha poi cambiato versione con il passare del tempo, dando il tempo agli americano di abituarsi all’idea e soprattutto utilizzando la parola chiave “patriottismo” tanto cara nelle case a stelle e strisce.

Il primo presidente negazionista però ad essere risultato positivo al covid è Boris Johnson, primo ministro del Regno Unito. Johnson era partito con la famosa frase che dovevamo abituarci alla perdita dei nostri cari e proclamando l'”immunità di gregge”, minimizzando la cosa. Colpito e quasi affondato, perché Johnson è finito in terapia intensiva e si è salvato per un pelo. La Gran Bretagna è tra i paesi europei più colpiti dal covid e ora rischia un secondo lockdown.

L’ultimo, ma non di certo per importanza, è il Presidente del Brasile Bolsanaro, ad un certo punto trovatosi in minoranza contro i suoi stessi ministri che lo hanno abbandonato per le cavolate che diceva. Bolsonara ha sempre negato l’esistenza del covid, minimizzando tutto e continuando come se nulla fosse, ammalandosi lui stesso e mettendo al baratro il suo paese. Qualche giorno fa i dati relativi ai casi di covid in Brasile recitavano che i morti ha raggiunto 141.783, mentre sono stati registrati finora 4.732.568 contagiati.

In Italia per fortuna il nostro Presidente Giuseppe Conte non ha mai negato l’esistenza di questo virus, né tanto meno l’ha minimizzato. Siamo subito entrati in lockdown – con i suoi lati negativi a livello economico – ma salvando molte più vite. Meglio un Giuseppe Conte o un Mattarella che rispondendo a Johnson circa l’amore per la libertà dei britannici ha detto che anche noi italiani amiamo la libertà, ma anche la serietà.

Già, meglio avere persone serie al comando – di cui si possono anche non condividere totalmente le scelte – e non il circo dei leader negazionisti.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più