Il sindaco di Torre del Greco, Palomba, scrive al personale sanitario: “Grazie per il vostro ruolo di battaglia”

sindaco torre

In questi giorni gli Ospedali campani sono sotto stress. Poco personale sanitario, come più volte denunciato dal governatore De Luca, e troppi casi covid che hanno spinto il presidente della Campania a emanare un’ordinanza ancora più restrittiva con la chiusura delle scuole.

Una delle città più colpite di tutto il Sud Italia a livello di perdite umane nella prima ondata è stata Torre del Greco. Per questo il sindaco Giovanni Palomba ha deciso di scrivere una lettera di solidarietà rivolta al Direttore Generale dell’ASL Na3Sud, Gennaro Sosto ed al Direttore Sanitario dell’Ospedale “A. Maresca”, Fernando Siani. Una lettera che esprime la vicinanza istituzionale del primo cittadino e dell’intera squadra amministrativa nei confronti di tutto il personale medico, sanitario e parasanitario impegnato da mesi nella difficile gestione dell’emergenza covid ed esposto quotidianamente al rischio contagio.

Questo il contenuto della missiva:

“Ho piacere di esprimere a nome dell’intera Amministrazione comunale della città di Torre del Greco, che mi onoro rappresentare il mio personale plauso e un condiviso messaggio di solidarietà istituzionale per quanto concretamente e quotidianamente svolto a beneficio delle nostre comunità territoriali. Ben comprendo le difficoltà e il grande sforzo profuso dall’intero personale medico, sanitario e parasanitario che, quotidianamente, con dedizione ed abnegazione esprime la propria professionalità in un contesto ed in una contingenza storico-epocale di non eguagliabile memoria. Viviamo, ormai, da mesi nella logorante preoccupazione di una pandemia senza precedenti che inesorabilmente ha trasformato – dallo scorso mese di marzo – le nostre vite, i nostri ritmi e la serenità delle nostre abitudini, e, continua a sconvolgere la tranquillità delle comunità civili locali, nazionali, europee e mondiali. Ciononostante, innegabile è il ruolo di “frontiera” e di “battaglia” svolto, ora per ora, dai medici e da tutti gli operatori sanitari della nostra città – tra le più colpite, dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, dell’intero Mezzogiorno d’Italia – con un bilancio gravissimo, anche in termini di vite umane. Alla luce di queste considerazioni, e, di tutto quanto anzi espresso, affido alla presente – a nome dell’intera comunità politica locale – i miei più alti sentimenti di stima e di apprezzamento per il lavoro e lo spirito di servizio offerto alle cure della nostra gente e a quanti, continuamente, vi ricorrono, auspicando per tutti la serenità e il sopravvenire di giorni, certamente, più fausti. Grazie, e ad Majora”.

Potrebbe anche interessarti