In provincia di Napoli l’Esercito in supporto all’Asl: due nuovi postazioni con caselli tampone

caselli tampone Novità importanti per i cittadini che fanno capo all’Asl Napoli 2 Nord. Sono stati infatti attivati altri due caselli in collaborazione con l’esercito che effettueranno tamponi. In tutto quindi sono sette le postazioni ora a disposizione della comunità.

Come fa sapere in un comunicato l’Asl Napoli 2 Nord:

Le due nuove postazioni saranno gestite insieme all’Esercito e saranno collocate a Pozzuoli e a Casoria. La struttura di Casoria sarà allocata presso il Palazzetto dello Sport in via Michelangelo 16, mentre quella di Pozzuoli sarà collocata nella zona di Monteruscello, nei pressi del Palazzetto dello Sport in via Cosimo Luigi Miccoli. Le due postazioni permetteranno di aumentare ulteriormente la capacità di effettuazione dei tamponi alla popolazione, consentendo di fare sceening mirati in particolari contesti in cui è necessario intervenire con tempestività per evitare il diffondersi di focolai”.

Nelle altre 5 postazioni, nei caselli di Ischia, Pozzuoli, Giugliano, Frattamaggiore e Acerra vengono effettuati circa 3 mila tamponi al giorno.

“I campioni prelevati vengono lavorati da quattro diversi laboratori. I nuovi caselli gestiti in collaborazione coi militari permetteranno di aumentare la capacità operativa di ulteriore 15%. I nuovi caselli lavoreranno prevalentemente in favore del personale in attività presso Amministrazioni o Servizi Pubblici del territorio”.

Numeri sempre maggiori per individuare i positivi immediatamente e limitare il contagio:

“Negli ultimi quattro giorni l’ASL Napoli 2 Nord ha effettuato oltre 15.000 tamponi; mentre dall’inizio della pandemia sono stati effettuati nella sola ASL 130.590 tamponi. Attualmente i tempi di attesa delle prenotazioni effettuate su piattaforma regionale sono mediamente di 36 ore”.

COVID – IL BOLLETTINO DI OGGI IN CAMPANIA

Intanto l’Asl Napoli 2 Nord comunica che è stata aperta un’indagine interna:

In queste ore, a Giugliano, la Direzione dell’Azienda Sanitaria ha avviato un’indagine interna per verificare ritardi nel rilascio dei cittadini che, a seguito di un tampone con esito negativo, possono essere dichiarati guariti. L’azione è stata avviata su segnalazione della Direzione Sanitaria, in base ad alcuni episodi verificatisi nel corso di un sopralluogo”.

TAMPONI PER COVID19 – Attivati due nuovi caselli in collaborazione con l’esercito – Avviata un’indagine interna sui…

Pubblicato da Asl Napoli 2 Nord su Martedì 17 novembre 2020

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più