Spunta una chat whatsapp tra i figli di Maradona e i medici: indaga la giustizia

Messaggi tra i figli di Maradona. È passata quasi una settimana dalla morte di Diego Armando Maradona e continuano a trapelare nuove indiscrezioni sullo stato di salute del campione argentino e sulle vicissitudini di salute che hanno accompagnato i suoi ultimi giorni di vita.

I messaggi tra i figli di Maradona, Dalma e Giannina, Diego jr, la psichiatra Agustina Cosachov e lo psicologo Carlos Diaz sono in mano allo giustizia e a rivelarli è stata la trasmissione argentina Intrusos, di America Tv.

In questa chat di gruppo (creata dopo il ricovero in clinica per l’ematoma alla testa di inizio novembre) si percepisce la preoccupazione di Dalma nell’affiancare un medico clinico al padre malato: “Sono appena stata contattata da una persona che è l’incaricata dei ricoveri domiciliari, papà ha vomitato (ha mangiato gamberoni con aglio e broccoli) ma non vuole che nessuna ambulanza vada a visitarlo.

Mi hanno detto che ha parlato con Agustina e che lei gli ha detto che era una decisione familiare. Per questo sto scrivendo. Credo che alcune cose noi familiari non possiamo deciderle. Ecco a cosa servirebbe un medico clinico o quanto meno un medico che risponda per lui” scrive Dalma in chat.

Più tardi, il 14 novembre, ribadisce la sua richiesta: “Leopoldo (Luque) è un neurochirugo e noi stiamo parlando di un medico clinico generico” dice Alma a Diego jr che aveva chiesto di Luque.

“Con il medico che hanno preso si credono tranquilli, per non mettere tanti medici attorno a papà” scrive invece Giannina. Successivamente viene chiesto ad Agustina se ha qualche medico da consigliare, lei propone una collega amica che è anche tossicologa: “È successo solo una volta prima del ricovero? Vuoi proporre qualcuno? Come intendi fare?”.

Dal canto suo lo psicologo risponde: “Sto parlando con Maxi (il cognato dell’avvocato di Maradona). Mi ha detto che stanno vedendo i video di Diego e che sta bene. Vuole solo più privacy.

Potrebbe anche interessarti