Napoli, riapertura della Galleria Vittoria: pareri contrastanti sull’argomento

riapertura galleria

NAPOLI – Chiusa al traffico da quasi quattro mesi, la data di riapertura della Galleria Vittoria sembra essere ancora lontana. Ricordiamo che nel mese di settembre 2020 fu disposta la chiusura della galleria a causa di un distacco di una piccola porzione del rivestimento. Non sussisterebbero le condizioni per riaprire secondo gli inquirenti. La Procura avrebbe espresso parere negativo in merito al dissequestro dell’area. Nelle prossime ore, sarà un giudice a dover decidere se accettare o meno la richiesta effettuata.

Dal 18 dicembre era stato infatti avviato l’iter finalizzato alla richiesta di dissequestro. Saranno esaminate le valutazioni dei magistrati del pool coordinato dal procuratore aggiunto Simona Di Monte e la documentazione rilasciata dall’amministrazione comunale. All’esame del gip Enrico Campoli c’è invece un lungo carteggio avvenuto fra i pm del Centro direzionale e Palazzo San Giacomo, in particolare l’ufficio dell’assessora Alessandra Clemente.

Riapertura della Galleria, incerte le soluzioni

L’amministrazione comunale spera nella riapertura della Galleria Vittoria al pubblico entro l’inizio della prossima primavera. Accordato già un finanziamento di 600 mila euro per la manutenzione e assegnati i lavori alla dita, i quali dovrebbero durare un paio di mesi. Per poter avviare tali lavori, però, la galleria dovrebbe esser dissequestrata. Una possibile risposta negativa alla richiesta significherebbe quindi una ridefinizione della tabella di marcia.

Espresse perplessità anche da Nino Simeone, Presidente della Commissione Infrastrutture e Mobilità del Comune sul progetto di manutenzione proposto. Lo riterrebbe infatti solo una “soluzione tampone“, affermando che gli interventi non risolverebbero il problema in maniera definitiva.

La Commissione Consiliare Infrastrutture ha richiesto all’amministrazione i piani di traffico alternativo per l’intera zona. Da precisare, come sottolineato dalla commissione, che i cittadini non abbiano risentito della chiusura della Galleria grazie al lockdown e le misure di contenimento.

Simeone commenta tali richieste ritenendo che non ci siano alternative esistenti e che quindi sarebbe giusto sospendere qualsiasi iniziativa. L’unica soluzione proposta dal presidente sarebbe quella di rinviare i lavori di riqualificazione previsti sul lungomare.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più