Covid in Campania: Scoperta la variante Spagnola nella regione

coronavirus

Che il Covid possa mutare, come nel caso della variante inglese o di quella spagnola è innegabile. Ed è in mattinata che arriva una notizia dal Dipartimento di Medicina dell’Università di Salerno, situato a Baronissi. Il progetto finanziato dalla regione Campania, ha riscontrato appunto la presenza della variante spagnola nella regione.

La variante spagnola può essere arrivata in Campania presumibilmente per il turismo. Il Prof. Alessandro Weisz intervistato dal Corriere del mezzogiorno. Coordinatore della ricerca e docente del Dipartimento di Medicina dell’Università, ha dichiarato: ”La situazione è variegata, perché ci sono almeno quattro principali varianti che ritroviamo sistematicamente, tra cui una osservata per la prima volta nel sud della Spagna poco prima dell’estate e rapidamente diffusasi anche qui da noi a partire da settembre, veicolata con ogni probabilità da viaggiatori che, al ritorno da quel paese dopo i mesi estivi, hanno causato la sua diffusione per mancanze delle dovute precauzioni.”

Il Dipartimento ha effettuato una ricerca basata sulla mappatura genetica sistematica del Sars-CoV-2 e sul tracciamento virale per tener conto della diffusione del virus. Il tutto attraverso il progetto ‘Monitoraggio della diffusione e variabilità genomica del virus Covid-19 in Campania mediante tecnologia di sequenziamento genomico NGS.’ La ricerca è iniziata da Marzo senza mai arretrarsi, analizzando circa seicento tamponi. 

La pericolosità della variante Spagnola

Il Prof Wisz, durante l’intervista viene poi interrogato sulla pericolosità di questa variante del virus. A questo proposito dichiara che la variante spagnola non presenta un pericolo maggiore rispetto alle varietà presenti nella nostra nazione. Il problema può verificarsi nel caso si presenti la variante inglese, come infatti dichiara:

”C’è maggiore attenzione per alcune caratteristiche biologiche che potrebbe avere, in particolare quella di potersi diffondere più facilmente. In Campania, comunque, ad oggi non l’abbiamo riscontrata. Lo stesso vale per altre varianti, come quella di recente osservata in Sud Africa.”

La Campania quindi, almeno per il momento sembra essere fuori pericolo. Anche se ovviamente la situazione è da tenere sotto controllo.

 

Potrebbe anche interessarti