Vernice rossa nelle acque stabiesi: scoperto il responsabile

mare rosso

Sono state rivelate le cause del rivolo di vernice rossa che ha colorato ed inquinato il mare di Castellammare di Stabia, a scoprirle sono stati i Vigili Urbani e la Guardia Costiera locale che hanno concluso l’indagine in tempi record.

Ci sono riusciti seguendo il ruscelletto di pittura e con l’ausilio delle telecamere di sicurezza sono risaliti ad un titolare di una ferramenta nella zona di Via Nocera, denunciandolo all’autorità giudiziaria. Stando alle dichiarazioni si sarebbe trattato di un fatto accidentale, in quanto durante un’operazione di miscelazione delle vernici il barattolo del colorante rosso è caduto in terra. Il liquido è stato poi lavato con una pompa dell’acqua facendolo scorrere all’interno della rete fognaria, fino all’introduzione nel rivolo che si riversa in mare.

LEGGI ANCHE
La Funivia del Faito aprirà. Ecco la data prevista dall'Eav

Il comune si costituirà parte civile  per danno d’immagine. Ringrazio la squadra ambientale dei vigili urbani che in poche ore insieme alla guardia costiera è riuscita a scoprire l’origine della chiazza rossa“, spiega il sindaco Nicola Cuomo.

Si spera che il comune stabiese si preoccupi non solo dei danni arrecati all’immagine della città ma soprattutto alle conseguenze ambientali provocate da sostanze altamente tossiche come le vernici.

Per i dettagli e per la fotogallery si veda Il Mattino.

 

Potrebbe anche interessarti