Morte Maradona, si indaga sul medico. Il fratello Hugo: “Mi fa male sentire queste cose”

hugo maradona

Morte Maradona – parla il fratello Hugo. A due mesi dalla morte di Diego Armando Maradona, la sua scomparsa è ancora avvolta dal mistero e non si è fatta luce sulle causa del decesso.

L’ultimo aggiornamento è arrivato dall’Argentina dove c’è stata una svolta nelle indagini. La perizia calligrafica avrebbe confermato la falsificazione della firma del campione, sul fascicolo della cartella clinica, ad opera del medico Leopoldo Luque.

Il fascicolo in questione, datato 1 settembre, era stato inviato alla Clinica Olivos. Insieme a questo altri due “scarabocchi” sono stati ritrovati a casa del medico indagato. Dunque, un’azione che rappresenterebbe un vero e proprio reato.

A “Live non è la D’Urso” ha parlato il fratello di Diego, Hugo Maradona, esprimendosi su questa triste vicenda. Ecco le sue parole: “Mi fa male sentire questa cosa, mi fa male sentire tante cose che si dicono. Per me è difficile perché non sono in Argentina, ma io voglio solo la verità e la giustizia.

“L’autopsia di mio fratello non è chiara e quindi non si capisce come sia morto e perché questi medici abbiano dichiarato cose non vere, falsificando addirittura la firma di Diego. Lui aveva le ginocchia a pezzi, non riusciva più a camminare per questo non perché avesse qualche altra patologia” – conclude Hugo Maradona.

Potrebbe anche interessarti