Ascierto: “Terza ondata? È una seconda ondata lunga ma non dobbiamo mollare”

ascierto profilo fakeOggi è una giornata importante per Napoli e per il mondo intero: esattamente un anno fa a Napoli partiva la sperimentazione del Tocilizumab nella cura dei pazienti covid. Anche il dott. Ascierto ricorda questo grande avvenimento, commentando anche gli ultimi sviluppi della situazione epidemica e la cosiddetta terza ondata.

Il noto oncologo napoletano, in un post pubblicato sui social, celebra i risultati raggiunti tramite la ricerca scientifica. “Non avrei mai immaginato di potermi vaccinare il 31 dicembre 2020, a meno di un anno di distanza dall’inizio di tutto questo, grazie all’enorme sforzo della ricerca“, afferma Ascierto, “così come non avrei mai pensato che potessimo trovarci di nuovo davanti a un notevole incremento dei casi così come in questo momento.

Capitò lo stesso per la spagnola: siamo alla terza ondata ma forse è molto più corretto affermare che si tratta di una seconda ondata lunga, poiché di fatto da quella non siamo mai usciti”. Per uscire dalla terza ondata, Ascierto fornisce due “ingredienti” semplici ma efficaci: incrementare le vaccinazioni, da una parte, e continuare a rispettare rigorosamente le norme anti-contagio, dall’altra.

“Sono sempre convinto che con l’incremento delle vaccinazioni, come ci insegnano i risultati da Regno Unito, Israele e in parte dagli USA, si porrà un importante argine alla diffusione dell’infezione, ma dobbiamo stringere i denti e non mollare adesso, sottolinea Ascierto.

“Comprendo benissimo il disagio sociale, le frustrazioni, la rabbia, ma dobbiamo pensare che se il servizio sanitario va in difficoltà, se la rete dell’emergenza viene messa in ginocchio dall’incremento dei casi, torneremo certamente a vivere un’altra situazione paradossale in cui la nostra sicurezza potrebbe essere messa in discussione”.

Oggi è esattamente un anno da quando, con i dottori Montesarchio, Parrella, Punzi, Fraganza, Sangiovanni, Cristinziano,…

Pubblicato da Dott. Paolo Antonio Ascierto – Oncologo e ricercatore italiano su Domenica 7 marzo 2021

Potrebbe anche interessarti