Portici, buono spesa di 150 euro ai nati del 2020: “Un dono di benvenuti al mondo”

Il Comune di Portici ha avviato un’iniziativa dedicata ai bambini nati nel 2020 omaggiandoli con un buono spesa nascita dal valore di 150 euro. Sarà spendibile dai genitori presso i negozi per l’infanzia che hanno aderito al bando, elencati sul sito istituzionale del Comune. In più, i piccoli hanno ricevuto una card simbolica in occasione della Giornata Nazionale della Gentilezza dello scorso 21 marzo.

Portici, buono spesa nascita e chiave della gentilezza

Sono 358 i bimbi, residenti a Portici, venuti al mondo nel difficile anno del covid. Tutti loro riceveranno il buono spesa nascita che come spiegato dal sindaco Enzo Cuomo: “Rappresenta un dono di benvenuti al mondo. Una bellissima idea nata insieme al Consigliere Comunale Enrico Grandi, stimato pediatra della nostra città, e portata avanti dai nostri Servizi Sociali, diretti dalla dott.ssa Anna Lecora”.

“Ai bambini sarà donata anche la Chiave della Gentilezza, in occasione della Giornata Nazionale della Gentilezza per i nuovi nati organizzata dall’assessore M. Rosaria Liuzzi. Le politiche a sostegno delle famiglie e dei bambini rappresentano un investimento strutturale su cui una comunità organizza le proprie strategie di sviluppo”.

A queste iniziative potrebbe affiancarsi anche quella dell’assegno unico: “Una misura che mi sta molto a cuore e che ho sostenuto fortemente da Senatore della Repubblica, insieme al proponente Stefano Lepri e ai carissimi parlamentari democratici della scorsa legislatura”.

“Si dovrebbe partire con 250 euro a figlio che verranno maggiorati nel caso di minori diversamente abili. Si tratta di una misura che guarda soprattutto chi ha maggiormente sofferto in questi anni di crisi. La rimodulazione del sistema di detrazioni ed assegni tuttora esistenti produrrà due vantaggi: da una parte una semplificazione di tutte le misure che oggi sono disperse e che non sempre riescono a centrare l’obiettivo preposto; dall’altra, per la prima volta, un concreto sostegno alle famiglie con figli, sulla scia di quello che accade nei Paesi europei più evoluti”.

Un sostegno necessario ora più che mai in un periodo in cui la crisi economica, con l’avvento del covid, si è accentuata. Ancora oggi, dopo più di anno, col passaggio in zona rossa diverse imprese si sono ritrovate a dover sospendere del tutto le proprie attività.

Potrebbe anche interessarti