De Luca: “Campania ultima per dosi di Pfizer e Moderna ricevute. Una vergogna nazionale”

Consueto appuntamento con la conferenza stampa del venerdì, in cui il Governatore De Luca si sofferma sulla questione vaccini e sottolinea un dato importante: la Campania è ultima non solo per vaccini distribuiti in rapporto alla popolazione, ma anche per le dosi di Pfizer e Moderna ricevute.

Abbiamo avuto una settimana di grande confusione, dietro la quale però ci sono imbrogli nella comunicazione, dati che falsano la realtà“, afferma De Luca. “Ho constatato il proseguimento dell’operazione ‘mercato nero’ sui vaccini e la sostanziale di inesistenza di una linea chiara da parte del Governo sull’epidemia covid”.

Ho parlato nelle scorse settimane di mercato nero dei vaccini quando si è insediato il nuovo commissario, che ha detto che avrebbe voluto seguire una linea molto chiara: 1 cittadino, 1 vaccino. E noi abbiamo apprezzato. Nel corso di questi 3 mesi la Regione Campania ha accettato che andassero più vaccini alle regioni del Nord, dove vi è una più ampia popolazione anziana, ma con l’intesa che finita la distribuzione anticipata ritornassimo a un criterio di rispetto rigoroso delle quantità di vaccine distribuite in base alla popolazione.

Ad oggi questo non è avvenuto, anzi il problema si aggrava. La Regione viene privata di 200.000 dosi di vaccino rispetto alla proporzione che sarebbe necessaria per la popolazione. La Regione Campania ha ricevuto un numero di vaccini pari al 25% della popolazione: è l’ultima in Italia”.

In più, sottolinea De Luca mostrando in diretta il prospetto di distribuzione dei vaccini, la Campania è ultima per la distribuzione di Pfizer e Moderna. “Abbiamo ricevuto il 16% di Pfizer e l’1,7% di vaccino Moderna: ma si tratta di due vaccini che servono per popolazione anziana. Questa è una vergogna nazionale”.

È scandaloso che né grandi organi di informazione, né televisioni pubbliche e private né forze politiche abbiano il coraggio e la dignità di porre rimedio a questa vergogna. Siamo al limite della delinquenza politica. Il motivo della polemica dunque era questo: abbiamo 200.000 cittadini campani che vengono privati del vaccino. A fronte di questa realtà vergognose è intollerabile dover ascoltare litanie, liturgie, parole prive di senso. Chiedo a tutte le forze politiche una risposta chiara”.

Potrebbe anche interessarti