Nuovo studio inglese: i vaccini riducono la trasmissibilità del Covid-19 fino al 49%

vaccini e trasmissibilitàUn nuovo studio della Public Health England (PHE) conferma la forza dei vaccini: è stato dimostrato che una sola dose riduce la trasmissibilità del virus fino al 49%. “Questa notizia conferma che i vaccini sono il miglior modo per fermare la pandemia. Ti proteggono e prevengono il contagio inconsapevole nella tua casa“- queste le parole di Matt Hancock, il segretario della salute e delle cure sociali inglese. Ha poi aggiunto: “Sapevamo già che i vaccini salvano vite e questo studio è contiene i dati più completi. Dimostra che i vaccini bloccano anche la trasmissibilità di questo virus fatale“.

La Dottoressa Immunologa del PHE ha detto “I vaccini sono vitali nell’aiutarci a tornare alla vita normale. I vaccini non solo riducono la gravità della malattia e prevengono più di 100 morti ogni giorno, noi ora sappiamo che hanno un altro impatto, riducendo la trasmissibilità del Covid-19. Io incoraggio chiunque a vaccinarsi il prima possibile.“- Uno studio che fa insomma ben sperare, condotto dal paese ai primi posti per l’efficacia della campagna vaccinale.

Lo studio sui vaccini: una sola dose riduce la trasmissibilità

La ricerca è stata condotta sui soggetti che, dopo aver ricevuto la dose Pfizer o AstraZeneca, hanno contratto il Covid. I medici sono partiti dal confronto tra la trasmissione tra soggetti non vaccinati ed il contagio tra un soggetto vaccinato ed uno no. Gli scienziati hanno dimostrato che il vaccino riduce la trasmissibilità del virus tra il 39% ed il 49%. L’attenzione è stata posta sui conviventi, che sono le persone più facili da contagiare. Si è notato che circa nel 65% dei casi delle persone vaccinate la malattia si è sviluppata in forma asintomatica.

Già precedentemente, la PHE aveva dimostrato l’importanza dei vaccini sulla salute pubblica: ad oggi, hanno già salvato un numero molto alto di vite. Al momento la società sta continuando a studiare gli effetti del vaccino sulla parte più ampia della popolazione inglese.

Potrebbe anche interessarti