Il covid si porta via il dott. Paolo. Il policlinico: “Mancherà quel sorriso che ci regalavi”

Il covid miete un’altra vittima: si tratta di Paolo Castellano, medico e consigliere comunale di Sant’Agnello. Numerosi i messaggi di cordoglio per la tragica scomparsa dell’uomo. L’elenco dei sanitari morti a causa del virus continua ad allungarsi.

Covid, addio al dott. Paolo Castellano

L’Azienda Ospedaliera Universitaria ‘Luigi Vanvitelli’ ha annunciato: “Il covid-19 si è portato via Paolo Castellano. Medico-chirurgo, persona intelligente, critico, ironico, mai banale. Ci mancherà quel sorriso che regalavi a tutti noi. Alla famiglia arrivino le più sentite condoglianze dalla direzione strategia dell’AOU ‘Luigi Vanvitelli'”.

Il sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani, tra i primi a rendere nota la tragica notizia, ha dichiarato: “Oggi ho il cuore in frantumi. Ci ha lasciato Paolo Castellano, medico, amico e consigliere comunale di Sant’Agnello. Ha dato tutto sé stesso, nella professione e nella vita amministrativa, fino all’ultimo e senza risparmiarsi”.

“Esempio di medico appassionato dal cuore nobile e politico disponibile. Lascia un vuoto enorme per i familiari e nella nostra comunità. Un abbraccio forte ai congiunti. Come sindaco mi impegno a portare avanti i progetti elaborati nel corso di questi anni in cui aveva deciso di offrire al Comune tutta la sua passione civile. Ci mancherai Paolo”.

Sulla stessa scia anche Andrea Buonocore, sindaco della vicina Vico Equense: “Stamani ci siamo svegliati con una tremenda e brutta notizia: ci ha lasciati il dott. Paolo Castellano. Un uomo perbene e disponibile, un medico appassionato e sensibile, umano e rispettoso”.

“Ha vissuto la sua vita di uomo e medico in una totale donazione, portandosi sul malato con umanità e delicatezza, carità e pazienza ma allo stesso tempo con forza e determinazione. Le nostre strade si sono incrociate, oltre che per motivi professionali, in occasione della malattia di papà dove abbiamo scoperto l’uomo e il medico, l’umanità e la competenza. Lascia alla comunità, ai colleghi, agli assistiti, ai dirgenti Asl e a quanti l’hanno incontrato una eredità inestimabile e un ricordo indelebile. Ci mancherai”.

Diversi i messaggi di cordoglio sui social da quanti lo hanno conosciuto in vita e che lo descrivono come ‘una persona amata da tutti, non si è mai rifiutato di aiutare il prossimo’.

Potrebbe anche interessarti