Monaldi Covid free, Di Mauro: “Il Cotugno riprenderà a ricoverare pazienti affetti da altre patologie”

Il vaccino in questo momento rappresenta l’unica soluzione per uscire da questa terribile pandemia, dispiacciono le defezioni che si sono viste in queste ore, tante persone convocate ieri infatti non si sono presentate forse per la complicità della bella giornata“. A dirlo Maurizio Di Mauro, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli intervenuto questa mattina durante la trasmissione Barba&Capelli di Corrado Gabriele e in diretta dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 9.

I vaccini hanno effetti collaterali limitati – ha proseguito Di Mauro dobbiamo incoraggiare tutti a vaccinarsi, ieri sera abbiamo avuto un’adesione enorme sulla piattaforma regionale, sono sicuro che recupereremo prestissimo questo ritardo“.

Monaldi Covid free

Per quanto riguarda i contagi, il Direttore del Cotugno ha aggiunto: “La situazione migliora, al Cotugno abbiamo posti liberi, pochissime persone in terapia intensiva. Abbiamo avviato un’opera di riconversione per riportare queste strutture a ciò che erano in origine. Entro il 7 giugno avremo una sezione che riprenderà a ricoverare i pazienti affetti da altre patologie, molte persone purtroppo non sono ricorse alle cure ospedaliere a causa della pandemia e hanno perso la vita. Dobbiamo riaprire i nostri ospedali quanto prima. Il Monaldi ad esempio è già Covid free“.

Sulle polemiche inerenti le riaperture Di Mauro ha concluso: “Ci vuole grande senso responsabilità, il virus è ancora tra di noi, lo stiamo combattendo. La nostra estate dovrà essere prudente. Non dobbiamo abbandonare le misure restrittive come la mascherina e il distanziamento. L’anno scorso abbiamo sbagliato con il ‘liberi tutti’, a maggio 2020 la Campania aveva contagi zero, al rientro dalle vacanze molte persone hanno importato il virus in Regione. Fondamentali devono essere i controlli, le strutture non vanno chiuse ma, servono regole che devono essere rispettate. Sono ottimista, penso che avremo un autunno più tranquillo, abbiamo quasi la certezza che i vaccini coprano eventuali varianti“.

Potrebbe anche interessarti