Il Molise diventa prima regione verde d’Italia in Europa

Anche l’Europa adotta il sistema dei colori per i paesi. E stabilisce che il Molise è zona verde.

Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie anche la regione italiana Molise è zona verde. Questo sta ad indicare che il rischio è più basso e quindi per chi proviene da queste regioni è possibile spostarsi liberamente verso ogni altra area senza dover fare la quarantena o il test. L’Ecdc ha stabilito quali colori assegnare alle regioni a partire da ottobre 2020 con modifiche attuate a gennaio 2021, adesso si aggiorna ogni giovedì sera alle 23.59. I dati fanno riferimento agli indizi riportati dagli stati membri della sorveglianza dell’UE. Sono cinque i colori utilizzati dall’UE per stabilire il rischio delle zone:

  • zona verde indica che ci sono meno di 25 casi positivi ogni 100 mila abitanti e il tasso di positività è sotto del 4%;
  • zona arancione, meno di 50 casi ogni 100 mila abitanti e il tasso di positività è 4% o superiore; oppure tra i 25 e 150 casi ogni 100 mila abitanti è inferiore al 4%;
  • zona rossa con casi positivi tra i 50 e i 150 ogni 100 mila abitanti  e con tasso di positività superiore al 4%, oppure è superiore ai 150 ma inferiore ai 500;
  • zona rosso scusa con più di 500 casi o anche di più;
  • zona grigia, se le informazioni a disposizione sono insufficienti oppure se i casi sono inferiori di 300 ogni 100 mila abitanti.

Il criterio alla base è il seguente:

  • il tasso di positivi;
  • numero dei test;
  • tasso di notifiche.

Gli esperti raccomandano di evitare di spostarsi e viaggiare nelle zone ad alto rischio, come nel caso delle zone color rosso scuro mentre sono consentiti gli accessi nelle zone di color verde, ricordando di rispettare comunque le norme previste dal decreto.

Potrebbe anche interessarti