Vaccini, Draghi: “Incertezze? Non mi risultano. Il piano continua senza timori”

Anche il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso della conferenza finale del G7, è intervenuto sulla questione AstraZeneca, tranquillizzando la cittadinanza sull’efficacia dei vaccini.

Mario Draghi sui vaccini: “Non mi risulta che ci siano incertezze. Il piano continua”

Queste le sue parole: “La campagna vaccinale prosegue in tutti i Paesi con diversi stadi di avanzamento ma sostanzialmente l’atmosfera è cambiata molto. Ci sono delle preoccupazioni e dei rischi ma è un buon momento per le nostre economie”.

Oltre ad annunciare l’impegno del G7, che promette di donare oltre un miliardo di vaccini ai Paesi più poveri, il Premier ha sottolineato: “Credo che ogni confusione sia stata chiarita dal Ministro Speranza con il punto stampa di stamattina quindi non mi risulta che ci siano incertezze. Mi pare di capire che c’è anche un’adesione spontanea delle Regioni alle linee espresse dal Ministro e dopo aver sentito Figliuolo posso rassicurare che il piano vaccinale continua. Non ci sono particolari incertezze né timori che non possa andare in porto”.

Questa mattina, il Ministro della Salute, Roberto Speranza ha chiarito che il vaccino AstraZeneca sarà somministrato soltanto agli over 60 mentre per i richiami, per la popolazione giovanile che ne ha ricevuto la prima dose, si è espresso a favore del mix di vaccini.

Un cambio di rotta che ha trovato il disaccordo del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che oltre ad opporsi al mix vaccinale ha annunciato lo stop per le prime dosi dei vaccini a vettore virale, dunque AstraZeneca e Johnson.

Potrebbe anche interessarti