Cardarelli, visite ginecologiche gratuite il 29 giugno: come prenotarsi

Ancora una volta gli ospedali del network bollini rosa si tingono del colore femminile per eccellenza. Il nastrino rosa è il simbolo della prevenzione contro il cancro al seno. Ma in questo caso, l’ospedale Cardarelli di Napoli si colorerà di rosa per offrire alle donne una giornata di cure ginecologiche per la prevenzione dei tumori ai genitali femminili. A partire dal 15 giugno è infatti possibile prenotare la propria visita per l’ H-Open day del 29 Giugno. Sarà possibile prenotare la propria visita ginecologica al numero 081.7472841.

Le visite gratuite disponibili sono ginecologia (con possibilità di effettuare test diagnostici come il pap-test), colposcopia, utile alla diagnosi precoce del tumore alla cervice; ed isteroscopia, per una precisa valutazione dell’endometrio e dell’interno dell’utero. Le visite si svolgeranno presso il Padiglione E, al quarto piano, dell’ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Cardarelli. Il pap-test e le visite ginecologiche potranno essere effettuate dalle ore 14:00 alle 18:00 fino ad un massimo di trenta persone; stesso orario per la colposcopia, ma ridotta ad un massimo di dieci prestazioni. Le isteroscopie saranno invece svolte dalle 9:00 alle 13:00.

L’iniziativa della fondazione Onda: H-Open day di ginecologia per la prevenzione

L’iniziativa nasce grazie alla fondazione Onda che si occupa da anni della salute delle donne. Già in occasione della giornata della salute della donna, l’Ospedale Vanvitelli, appartenente alla rete di ospedali con il bollino rosa, aveva messo a disposizione numerose visite ambulatoriali.  Sempre più attenzione, infatti, si sta dando alla prevenzione. Si pensi che in Italia, secondo AIOM, i tumori all’utero sono tra i più diagnosticati. E, purtroppo, questo genere di carcinoma presenta con grande frequenze recidive. Per la prevenzione, dunque, la fondazione Onda sta cercando di creare una rete che aiuti le donne a curarsi di più.

“Un’iniziativa importante per alzare l’attenzione su un tema che salva la vita, ma che purtroppo nel dibattito pubblico passa spesso in secondo piano.”- Le parole di Giuseppe Longo, direttore generale dell’ospedale Cardarelli. Claudio Santangelo, direttore di ginecologia, ha aggiunto, riferendosi alla giornata di Open day: “Durante la quale verranno messi a disposizione della popolazione femminile servizi clinico-diagnostici, incontri, visite ed esami strumentali con l’intento di promuovere la corretta informazione sulle strategie di prevenzione e sulle nuove possibilità terapeutiche che consentono di migliorare la qualità della vita delle pazienti, ma anche a facilitare l’accesso alla diagnosi precoce dei principali tumori ginecologici“.

Potrebbe anche interessarti