Napoli, torna il Salone del Libro: il primo giorno sarà dedicato a Sepùlveda

palazzo reale napolicittàlibroQuest’anno sarà il Palazzo Reale di Napoli ad ospitare la terza edizione di NapoliCittàLibro, dal 1 al 4 luglio. La prima edizione ebbe luogo nel 2018 nel Complesso di San Domenico Maggiore, la seconda invece nel 2019 a Castel Sant’Elmo. Ovviamente l’edizione del 2020 è stata sospesa a causa della pandemia.

Dunque quest’anno e questa terza edizione rappresentano una rinascita, tanto che il salone del libro e dell’editoria di Napoli ha deciso che il tema sarà “Passaggi”. Un tema molto sentito attualmente, ispirato a ciò che abbiamo affrontato e stiamo affrontando tutt’oggi, nella speranza che questo capitolo posso essere quello conclusivo.

Questo leitmotiv avrà un significato molto speciale anche per il Palazzo Reale, che ha acquisito la sua autonomia grazie alla riorganizzazione del Mibact. Un meritato traguardo per il luogo simbolo di Napoli, una delle strutture più imponenti e rappresentative della città con secoli di storia.

Il Palazzo Reale di Napoli fu la dimora dei viceré spagnoli, dopodiché divenne la residenza reale di Carlo di Borbone. Infine con l’Unità d’Italia il Palazzo andò in mano ai Savoia. Tutti questi passaggine hanno accresciuto la storia e l’importanza. Da sempre vanta anche una posizione strategica, a ridosso del porto, tra Piazza Plebiscito, il Teatro San Carlo e la galleria Umberto I. Un ponte lo collega al Castel Nuovo, residenza degli angioini e gli aragonesi nel XIII secolo.

Il direttore del Palazzo Reale, Mario Epifani, afferma al riguardo: “Sono lieto di ospitare la prima fiera del libro in presenza, perché Palazzo Reale possa tornare ad essere vivo ed accogliente. Desideriamo che i napoletani tornino a vedere nel Palazzo un simbolo di bellezza, arte, cultura e della storia detta città. Per questo i visitatori di NapoliCittàLibro sarà offerto in omaggio un biglietto d’ingresso per la visita dell’Appartamento Storico.”

“NapoliCittàLibro” è un progetto di Fiera del Libro in Campania, dedicato all’editoria e alla promozione della lettura, a cui partecipano editori, librerie, biblioteche, associazioni, festival. Un progetto promosso e finanziato dalla Regione Campania attraverso la Scabec.

Quest’anno la prima giornata sarà dedicata alla memoria di Luis Sepùlveda, lo scrittore cileno che sarebbe stato il testimonial della terza edizione ma è morto di covid l’anno scorso. A ricordarlo è anche il presidente Vincenzo De Luca, “un grandissimo del nostro tempo che aspettavamo come ospite l’anno scorso e che purtroppo questa terribile pandemia ci ha portato via.”  

Per i biglietti per “NapoliCittàLibro”, questi sono acquistabili online o presso la biglietteria del Palazzo. Per seguire gli eventi è obbligatoria la prenotazione sul sito. Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.

Potrebbe anche interessarti