Salvini a Santa Maria Capua Vetere: “Detenuti assolti, guardie indagate. Sempre al fianco delle forze dell’ordine”

salvini santa maria capuaMatteo Salvini giovedì sarà a Santa Maria Capua Vetere. Il leader della Lega vuole, con la sua presenza fisica, esprimere solidarietà ai 52 agenti della polizia penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale “Francesco Uccella” accusati di presunti abusi ai danni dei detenuti. L’ex ministro degli Interni è da sempre vicino alle forze dell’ordine e anche in questo caso si schiera apertamente dalla loro parte.

SALVINI GIOVEDI’ A SANTA MARIA CAPUA VETERE

In un video, postato sul suo profilo social, Matteo Salvini spiega:

Il mio pensiero, la mia solidarietà umana e politica va alle donne e agli uomini in divisa della Polizia Penitenziaria. Ma io mi domando, dopo le rivolte dei detenuti assolti e poliziotti indagati e carcerati. C’è qualcosa che non funziona, chi sbaglia paga (anche in divisa ci mancherebbe) ma giù le mani e pieno sostegno alle forze dell’ordine. Pensate che nel carcere di Santa Maria Capua Vetere per controllare più di 1000 detenuti ci sono meno di 500 agenti di cui 40 sono da poche ore agli arresti. Il mio pensiero a loro, alle loro famiglie.

Giovedì sarò a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per portare la solidarietà – mia e di milioni di italiani – a donne e uomini della Polizia Penitenziaria che lavorano in condizioni difficili e troppo spesso inaccettabili. La Lega sarà sempre dalla parte delle Forze dell’Ordine“.

L’indagine è partita dopo alcuni scontri avvenuti in carcere in pieno lockdown lo scorso anno. Centinaia di detenuti protestavano per le condizioni igieniche in cui versavano dopo aver scoperto la positività al covid di uno di loro. Da qui sarebbe partita la rappresaglia degli agenti immortalata da alcune telecamere di video-sorveglianza. ‘Un’orribile mattanza‘ è stata descritta in un comunicato dal procuratore di Santa Maria Capua Vetere.

Potrebbe anche interessarti