MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Boscotrecase, si finge la postina e ruba 2500 euro ad un’anziana

Ha 38 anni R. R., la donna arrestata per una truffa ai danni di un’anziana nel comune di Boscotrecase. Era tardo pomeriggio e la donna, napoletana di Miano, si è calata nei panni di un dipendente delle Poste Italiane.

La vicenda è avvenuta a Boscotrecase

Ha bussato alla porta di una 79enne e le ha consegnato un pacco ordinato sul web. Era stato il nipote ad acquistare della merce in rete – avrebbe ammesso la 38enne – e il pagamento sarebbe avvenuto con contrassegno ovvero alla consegna. L’anziana non ha battuto ciglio e, prima di salutarla e chiudersi la porta alle spalle, ha lasciato alla “postina” ben 2500 euro.

Tuttavia, qualcosa non le quadrava e complici le campagne di sensibilizzazione promosse dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, la 79enne ha allertato il 112.

L’intervento è stato immediato e Roberto è finita in manette prima di sparire nel nulla: è ora nel carcere di Pozzuoli in attesa di giudizio Del denaro però nessuna traccia. Continuano le indagini dei militari per identificare eventuali fiancheggiatori.

Non è la prima truffa ai danni di anziani. Ad un’anziana donna veniva contattata telefonicamente da soggetti presentatisi quali sedicenti dipendenti dell’Agenzia delle Entrate. Le chiesero di consegnare euro 4.300 nelle mani di un corriere che sarebbe giunto presso la sua abitazione e che avrebbe garantito la successiva consegna del plico, un pacco acquistato dal figlio.

Potrebbe anche interessarti