Jorit a Taranto, il murales dell’artista di strada napoletano dedicato a salute e ambiente

Jorit muralesJorit, il celebre artista napoletano, specializzato in street art, ha realizzato il suo nuovo murales a Taranto, in occasione del festival sulla rigenerazione urbana con la Street Art. Jorit ha voluto collegare in maniera simbolica l’ex Ilva di Taranto all’Italsider di Bagnoli, due grandi realtà industriali del nostro Paese. A loro ha voluto dedicare un murales che richiama l’articolo 32 della costituzione, cioè il diritto alla salute proprio contro le nubi tossiche delle aziende siderurgiche e la presenza di amianto. A questo si aggiunge l’articolo 4, dedicato al diritto al lavoro. Diritti fondamentali per tutti i cittadini.

Chi è Jorit, il celebre artista di strada napoletano

Jorit Ciro Cerullo, semplicemente conosciuto come Jorit, classe 1990, è un artista di strada attivo principalmente a Napoli. Su di lui hanno scritto le più grandi testate giornalistiche internazionali, tra cui The Guardian, BBC, Middle East Eye, TeleSur, Euronews. La sua arte consiste nel realismo e nella padronanza tecnica della pittura, attraverso cui riesce a trasmettere forti messaggi di natura sociale, ed infatti, nei suoi murales, figurano espressioni e scritte significative.

Il festival di Taranto sulla rigenerazione urbana con lo street Art

Jorit realizza il suo nuovo murales proprio in occasione del festival di Taranto sulla rigenerazione urbana con lo street Art.
In occasione di questo festival, Taranto ospita street artists internazionali fino al 30 settembre. Sono 16 gli artisti di strada che animeranno l’ edizione del festival di Taranto “Regeneration Urban and Street”, tra cui Belin, Elisa Capdevila, Lidia Cao, Helen Bur e lo stesso Jorit, famoso appunto per le cicatrici che vestono i suoi volti.

Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento, spiega che anche attraverso l’arte si può fare politica. Lo scopo è dunque quello della rigenerazione urbana, con il fine di attirare investitori e interessi diversi.

Il murales di Jorit

Jorit, sulla sua pagina Facebook, aveva già anticipato che sarebbe successo qualcosa di incredibile, in occasione dello street Art di Taranto. Queste le sue parole:

“Il Sud Italia si riscatta con l’arte! ⚒
Questa volta è bella grossa…
A Taranto sta per succedere qualcosa di incredibile, artisti da tutto il mondo per colorare la città, e io nel mio piccolo (nemmeno tanto piccolo, 10 piani!) contribuirò”.
Ed infatti, sulla sua pagina Facebook, ha pubblicato oggi la foto del suo murales definitivo, in cui figura la seguente scritta:
“Da Bagnoli
a Firenze
a Taranto
INSORGIAMO
Basta ricatti
Vogliamo salute e lavoro
La nostra vita vale di più dei vostri profitti
Art. 32 la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite
Art.4. La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”.
Si tratta, dunque, di un contributo importante da parte dell’artista di strada napoletano, che invoca il diritto al lavoro e alla salute, in particolar modo del Sud, che si vede sempre più privato di questo binomio così importante e fondamentale per la tutela del cittadino stesso. In questo murales possiamo cogliere quindi l’importanza nel sociale, caratteristica fondamentale di Jorit, che ovunque vada, non si dimentica del Sud e delle sue origini.

 

Potrebbe anche interessarti