Referendum Green Pass, al via la raccolta firme: ma i numeri dicono che potrebbe essere un flop

referendum green passEliminare tutti i provvedimenti legislativi sul Green pass con un referendum abrogativo. Questa è l’intenzione annunciata sul sito referendumgreenpass.it dall’avvocato Olga Milanese, dal docente di diritto internazionale alla Sapienza di Roma Luca Marini e da Francesco Benozzo, docente di filologia romanza all’Università di Bologna. “Il Green pass è un palese strumento di discriminazione” – scrivono i promotori sul sito nello spazio dedicato alle ragioni del no all’obbligo di pass sanitario.

Green Pass obbligatorio sul posto di lavoro

Il referendum si base sul principio fondamentale dell’articolo 3 della Costituzione italiana e sul fatto che il Green Pass ne vada totalmente a contrasto: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese“.

Il Green Pass, inoltre, spingendo surrettiziamente i cittadini alla vaccinazione, aggira il divieto sancito dall’art. 32 della Costituzione, secondo cui “Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario obbligatorio se non per disposizione di legge” – si legge sempre nella presentazione dell’iniziativa, che può essere firmata anche online tramite delle credenziali apposite. La raccolta firma ha l’intento di raggiungere le 500mila adesioni per poter poi chiedere il referendum abrogativo.

A parlare di un possibile referendum per il Green Pass ci ha pensato anche il commissario per l’emergenza covid Figliuolo che, ha deciso di andare in contro alla volontà dei cittadini: “Tutti gli strumenti della democrazia quando vengono adottati vanno bene quindi, ok. Io sono per la Costituzione. Decideranno i cittadini sulla base delle loro scelte“. Anche perché i numeri sembrano dare ragione al commissario per l’emergenza Covid: gli italiani vaccinati sono 41 milioni, circa il 76% degli over 12.

Potrebbe anche interessarti