Non si vogliono vaccinare contro il Covid: l’Asl Napoli 1 sospende 59 sanitari

L’Asl Napoli 1 Centro ha sospeso 59 sanitari che non si sono vaccinati contro il Covid 19, non adempiendo all’obbligo vaccinale previsto dalla legge.

Il comunicato dell’azienda

Lo ha comunicato l’azienda la quale ha adottato l’atto di accertamento di cui all’art. 4 e 4-bis del D.L. n. 44/2021, convertito con modificazioni dalla Legge n. 76/2021, che determina la sospensione dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio da SARS-CoV-2, per 59 dipendenti, ovvero di soggetti che ad altro titolo hanno rapporto di lavoro con la stessa l’ASL Napoli 1 Centro.

È un primo elenco che, a valle dell’istruttoria dell’Unità Operativa di Epidemiologia, ha determinato il provvedimento di sospensione temporanea e l’allontanamento dal servizio. In particolare i soggetti in questione sono 7 medici, 3 psicologi, 2 biologi, 2 veterinari, 6 medici di medicina generale, 22 infermieri, 2 appartenenti al servizio 118, 1 operatore tecnico, 3 operatori socio sanitari, 1 puericultrice, 10 specialisti ambulatoriali.

Diversi i casi simili in Campania

Provvedimenti del genere sono ormai non troppo rari in tutta Italia ed anche in Campania. Ad agosto, per esempio, 23 dipendenti erano stati sospesi dall’Asl Napoli 2 Nord, la stessa sorte che è capitata soltanto una settimana fa a dieci sanitari facenti parte dell’Asl diAvellino. Ricordiamo che il provvedimento comporta anche la sospensione dello stipendio.

comunicato stampa del 21.09.2021 (1)

Potrebbe anche interessarti