Ecobonus auto usate, fino a 2mila euro di incentivi: come funziona e come richiederlo

Oggi parte la corsa all’ecobonus anche per le auto usate. Si potranno prenotare gli incentivi per l’acquisto di una macchina usata a basse emissioni rottamando quella vecchia.

Sono stati messi a disposizione 40 milioni di fondi e l’incentivo varia da 750 a 2mila euro. A partire dalle ore 10 di oggi martedì 28 settembre, spiega il Ministero dello sviluppo economico, i concessionari potranno accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni degli incentivi per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati a basse emissioni.

Ecobonus auto usate, come funziona

L’incentivo è legato all’acquisto di un veicolo usato di classe non inferiore a Euro 6, con un prezzo risultante dalle quotazioni medie di mercato non superiore a 25.000 euro e con emissioni comprese tra 0-160 g/km CO2. Il contributo viene però riconosciuto solo con rottamazione e si differenzia a seconda della fascia di emissioni del veicolo usato che si acquista:

  • 0-60: 2.000 euro
  • 61-90: 1.000 euro
  • 91-160: 750 euro

Il veicolo rottamato dovrà essere della medesima categoria di quello acquistato, immatricolato da almeno 10 anni e intestato da almeno 12 mesi all’acquirente o ad un familiare convivente.

Sarà il concessionario a riconoscere il contributo all’acquirente finale, per poi recuperarlo come credito d’imposta e il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione, pertanto occorrerà presentare il modello F24 in modalità telematica.

Potrebbe anche interessarti