Cannavaro torna a casa e sogna di allenare il Napoli: “Sarebbe una soddisfazione”

Sì comunicazione

Dopo l’addio ai cinesi del Guangzhou, Fabio Cannavaro è ritornato a Napoli, sua città d’origine, intenzionato a rimanere in Italia, o almeno in Europa. Nonostante la lontananza, è forte il legame con la sua città e, in particolare, con la squadra azzurra.

Fabio Cannavaro torna a Napoli: “Allenare gli azzurri? Mi piacerebbe”

L’ex pallone d’oro, raggiunto dai giornalisti, ha spiegato i motivi che lo hanno spinto ad abbandonare la panchina del Guangzhou: “Avevo ancora un contratto per 15 mesi ma dover rientrare lì, affrontare un’altra quarantena, avere il campionato a dicembre significava non stare qui a Natale, Capodanno e altro. Nell’ultimo anno e mezzo ho visto i miei figli dopo 11 mesi poi sono ritornato in Cina. Era un sacrificio grande ed ho deciso di rientrare. E’ stata una scelta mia personale”.

Così è tornato nella sua Napoli, una città che non ha mai smesso di amare: “Tornare a casa per me è sempre un’emozione fortissima. Sono andato via da Napoli che avevo 21 anni, ora ne ho 48″. Ed è proprio in Italia che l’ex pallone d’oro desidera proseguire la sua carriera da allenatore: “Vorrei fare l’allenatore. L’ho fatto per sei anni in Cina e sicuramente è stata un’esperienza importante”.

“Mi ha permesso di sviluppare tutte quelle idee che avevo in testa. Spero di poterle condividere il prima possibile con dei giocatori, una squadra. La mia intenzione è quella di allenare in Italia, in Europa. Nelle scorse settimane ci sono stati dei contatti con società di serie A che mi hanno chiamato ma non dico no nemmeno alla serie B”.

Da buon napoletano il suo sogno nel cassetto è quello di allenare il Napoli: “A chi non piacerebbe? Sono sempre stato tifoso del Napoli e per me sarebbe una doppia soddisfazione. In questo momento, però, la squadra ha già un bravissimo allenatore”.

Quanto a Spalletti dichiara: “Mi piace molto, l’ho seguito in questi anni, sta dimostrando il suo valore con una squadra forte. Il Napoli sta giocando bene e vincendo. Speriamo che lo faccia a lungo”.

 

Potrebbe anche interessarti