Orgoglio del Pascale, il nuovo presidente degli oncologi italiani è napoletano

La società scientifica ha rinnovato le cariche direttive nel corso del XXIII Congresso nazionale ed è stato eletto Francesco Perrone come presidente degli oncologi italiani.

Francesco Perrone, Direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Tumori Pascale di Napoli, è il nuovo Presidente eletto dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM). L’elezione nel corso del XXIII Congresso Nazionale della società scientifica, che ha rinnovato le cariche direttive. Affiancherà il presidente in carica Saverio Cinieri, direttore dell’Oncologia Medica di Brindisi, e diventerà presidente in carica fra due anni, come da statuto.

Chi è Francesco Perrone

Napoletano, 59 anni, sposato e padre di tre figli, Francesco Perrone a partire dal 1995 ha svolto, all’Istituto Nazionale dei Tumori di Napoli, attività di progettazione, conduzione, analisi e pubblicazione di sperimentazioni cliniche. È peer-reviewer per numerose riviste scientifiche, tra cui Lancet, BMJ, Lancet Oncology e Annals of Oncology. Clinical Breast Cancer. Dal 1990 (anno della prima pubblicazione) a oggi, Perrone è autore di circa 300 pubblicazioni. A lui va il merito, fra l’altro, di aver sensibilizzato la comunità scientifica sul tema della tossicità finanziaria – primo in Europa a farlo – che interessa i malati di tumore e di aver realizzato, insieme al suo team, uno studio approfondito per indagarne nel modo corretto la portata e l’incidenza sulla qualità della vita e sulle prospettive di guarigione dei pazienti.

Il filo conduttore del mio programma – spiega Perrone – sarà intervenire nei processi di cambiamento dell’Oncologia italiana ed essere insieme strumento di governo di queste trasformazioni, in collaborazione con le Istituzioni. Sono convinto, infatti, che la nostra Società scientifica rivesta un ruolo fondamentale per favorire il progresso delle conoscenze e lo scambio di esperienze indispensabili per rendere sempre più efficace la lotta al cancro. E credo anche che nel prossimo quinquennio AIOM debba governare la necessaria evoluzione della sperimentazione clinica per renderla sempre più utile al miglioramento della pratica clinica“. Appena eletto Perrone ha voluto ringraziare anche la sua rivale, Silvia Novello, professore ordinario dell’Università di Torino.

Nicola Normanno: “Orgoglio del Pascale”

L’elezione di Franco Perrone è un grande orgoglio per il Pascale – dice il direttore scientifico dell’Irccs partenopeo, Nicola Normanno – e per tutta l’oncologia napoletana. Gli ultimi due anni sono stati terribili, ma abbiamo davanti anni ancora difficili perché dobbiamo recuperare l’effetto negativo che la pandemia ha avuto. Per i malati di cancro c’è molto lavoro da fare e sono sicuro che Franco darà il suo contributo nel miglior modo possibile“.

Il Consiglio Direttivo Nazionale 2021/2023 è composto da Saverio Cinieri (Presidente), Francesco Perrone (Presidente Eletto), Massimo Di Maio (Segretario), Antonio Russo (Tesoriere), Ugo De Giorgi, Rossana Berardi, Rita Chiari, Nicola Silvestris, Filippo Pietrantonio, Matteo Lambertini, Marcello Tucci e Giuseppe Curigliano.

Grande soddisfazione per l’elezione di Franco ai vertici nazionali AIOM – , dice il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi – per la serietà la competenza e la professionalità che lo hanno sempre caratterizzato. Grande soddisfazione anche per l’Istituto, per il quale si conferma la caratura di altissimo respiro che ci viene sempre più riconosciuta“.

Potrebbe anche interessarti