Vaccino ai bimbi, via libera dell’Aifa. Date, reazioni e modalità: cosa bisogna sapere

A seguito del pronunciamento dell’Ema, anche l’Aifa ha approvato l’utilizzo del vaccino Pfizer per i bambini dai 5 agli 11 anni. L’avvio della campagna dedicata ai più piccoli è previsto entro il mese di dicembre e, molto probabilmente, prima di Natale.

Aifa, ok al vaccino Pfizer per bambini: cosa bisogna sapere

Per tale fascia d’età sarà somministrata una dose ridotta, precisamente un terzo del dosaggio autorizzato per adulti e adolescenti, e con formulazione specifica. Anche per i bambini è previsto un doppio ciclo di vaccinazione: saranno inoculate due dosi a tre settimane di distanza l’una dall’altra.

Tramite nota l’Aifa sottolinea: “I dati disponibili dimostrano un elevato livello di efficacia e non si evidenziano al momento segnali di allerta in termini di sicurezza. Al fine di evitare possibili errori di somministrazione la CTS raccomanda, per la fascia di età in oggetto, l’uso esclusivo della formulazione pediatrica ad hoc, suggerendo quando possibile l’adozione di percorsi vaccinali adeguati all’età”.

Quanto all’efficacia nel parere si legge: “Sebbene l’infezione da Sara-CoV-2 sia più benigna nei bambini, in alcuni casi essa può essere associata a conseguenze gravi, come il rischio di sviluppare la sindrome infiammatoria multisistemica (Mis-c) che può richiedere anche il ricovero in terapia intensiva”.

L’efficacia del farmaco per i bambini si attesta al 90,7%. Nel campione analizzato non sono state osservate gravi reazioni avverse, semplicemente malesseri riscontrati anche nella popolazione adulta: dolore al sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, arrossamento e gonfiore al sito di iniezione, dolore muscolare e brividi. Effetti che, stando a quanto reso noto dall’Ema, sarebbero destinati a scomparire nel giro di pochi giorni.

Probabilmente potrebbero essere esclusi dalla campagna vaccinale i bambini con asma grave o con allergie note agli eccipienti del farmaco. Quelli che, invece, assumono medicinali immunomodulatori o biologici potrebbero essere sottoposti ad una valutazione medica prima di effettuare il vaccino. Anche i bambini guariti dal covid potranno vaccinarsi ma non sono stati ancora chiariti i tempi né la quantità di dosi necessarie.

La data chiave di avvio delle somministrazioni dovrebbe essere compresa tra il 20 e il 25 dicembre. La procedura sarà identica a quella già attuata per gli adulti con l’unica variazione relativa al dosaggio ridotto del farmaco.

Sarà possibile effettuare la vaccinazione presso gli hub attivi, farmacie, medici e pediatri di base. In più, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha annunciato di voler realizzare centri vaccinali dedicati ai più piccoli. Il via libera per le prenotazioni è atteso per i prossimi giorni. Per i bambini rientranti in tale fascia d’età non è previsto alcun obbligo né di vaccinazione né di esibizione del Green Pass.

Potrebbe anche interessarti