Giornale straniero difende Napoli sfatando i luoghi comuni: “Da visitare”

‘Wanted in Rome’, celebre sito straniero per il turismo in Italia, esalta le bellezze di Napoli andando a sfatare i pregiudizi che troppo spesso ‘sporcano’ la nostra città, enfatizzando gli aspetti negativi e portando in secondo piano le eccellenze della nostra terra.

‘Wanted in Rome’ celebra Napoli sfatando i pregiudizi

All’interno dell’articolo, firmato dalla giornalista Margaret Kovick, si legge: “Per chi volesse conoscerla, Napoli è una delle città più vivaci e culturalmente ricche che l’Italia ha da offrire. Per fare ciò, è necessario comprendere la verità dietro le idee sbagliate comuni che scoraggiano la maggior parte dei turisti”.

Sollevando un problema che da sempre penalizza la nostra città, danneggiandone l’immagine e l’economia, compreso il turismo, l’articolo passa in rassegna i principali luoghi comuni che puntano a gettare ombra sul territorio e la popolazione partenopea.

In primis sull’accostamento tra Napoli e camorra si sottolinea: “Sebbene Napoli abbia la sua giusta dose di borseggiatori e ladruncoli, per turisti e visitatori non è più pericolosa della maggior parte delle grandi città. Per i turisti, Napoli è sicura come qualsiasi città italiana”.

Quanto al problema della spazzatura che viene associato ad una concezione delle strade cittadine invase dai rifiuti si chiarisce: “Occasionalmente, e come in tante altre metropoli del mondo, troverete dei cumuli non raccolti nel tempo”.

Un luogo in cui è possibile toccare con mano la ricchezza storica e culturale del passato: “Napoli non manca di siti storici da vedere. Conosciuta come la ‘Parigi del sud’ prima dell’Unità d’Italia, è sempre stata un simbolo della vita cittadina attiva. Lo si può vivere passeggiando per Spaccanapoli, la lunga e stretta strada che divide a metà il centro storico di Napoli. Lungo questa strada, i turisti possono avere un’idea di com’era vivere nell’antica Roma, poiché Napoli vanta il piano stradale più intatto”.

Dal maestoso Castel dell’Ovo a Napoli Sotterranea, passando per il Teatro San Carlo, il Museo Capodimonte e il Museo Archeologico Nazionale: “Per gli appassionati di storia che viaggiano in Italia, Napoli è una degna destinazione”.

Non da meno l’eccellenza gastronomica partenopea: “Napoli è il luogo in cui è nata la pizza e, sebbene da allora sia sbocciata in una forma d’arte alimentare in tutto il mondo, nessuna è paragonabile all’originale. Se i turisti vogliono mangiare la pizza più buona del mondo devono andare a Napoli”.

Quanto all’accoglienza delle persone del posto si sottolinea la calorosità che, da sempre, contraddistingue il popolo partenopeo: “I napoletani sono noti per essere estremamente amichevoli e generosi”.

 

Potrebbe anche interessarti