Napoli, boom di bici elettriche: 15 mila utenti in 3 mesi e sono anche tra le meno vandalizzate d’Italia

bici elettriche napoliA Napoli è boom dell’uso dei monopattini e delle biciclette elettriche affittate dalla Lime. E’ proprio la società che svela alcuni dati che fanno del capoluogo partenopeo una città green: in tre mesi sono circa 15 gli utenti che ne hanno fatto uso. Pochi anche gli atti vandalici con Napoli al di sotto la media nazionale.

NAPOLI, E’ BOOM DI BICI ELETTRICHE: 15 MILA UTENTI IN TRE MESI

Parcheggiate ovunque, e spesso anche sui marciapiedi a intralciare i pedoni, le bici elettriche spopolano tra giovanissimi anche senza piste ciclabili. Dotate di una pedalata assistita esse hanno una velocità massima di 20 km orari. Come spiegato a ‘Il Mattino’ da Alessio Raccaglia, responsabile relazioni istituzioni per il Sud Europa della Lime:

Su Napoli abbiamo registrato oltre 15 mila utenti in tre mesi per 500 bici della Lime a pedalata assistita a partire da ottobre, quando è iniziato il servizio in città. Nonostante l’arrivo dell’inverno, il trend in questi mesi è in aumento. Ci tengo a sottolineare che a Napoli registriamo una delle più basse percentuali di atti di vandalismo in Italia e la più bassa nel Mezzogiorno“.

Grande orgoglio per questo boom delle bici elettriche a Napoli è espresso da Alessandra Clemente, una delle promotrici, che scrive in un post su Facebook:

Il bilancio dei primi tre mesi del servizio di bikesharing che abbiamo voluto e che è partito in città prima della campagna elettorale è positivo e ringrazio il direttore di Lime per aver sdoganato anche gli insopportabili luoghi comuni circa la tenuta di certe sfide in questa o in quell’altra città. La sfida di mobilità sostenibile ha tracciato il mio impegno nei due anni che come assessore a suo tempo mi hanno vista delegata, riportando il servizio di bike sharing e le prime forme di micromobilità, come i monopattini, complementari al trasporto pubblico e senza alcun onere per le casse del comune. 

Occorre con coraggio andare in questa direzione, la direzione segnata dal Tavolo di promozione della ciclabilità che ha operato come organo indipendente e di sostegno alle politiche di mobilità sostenibile, investire con forza nel trasporto pubblico della nostra città, liberare sempre più pezzi di città dall’auto privata organizzando la sosta in modo pubblico con prezzi accessibili, ottenere linee di trasporto pubblico di notte e frequenti, con piste ciclabili integrate e ben manutenute, come le strade! Valorizzare i nostri tassisti come valore e risorsa preziosa insieme al trasporto pubblico scolastico, i pulmini gialli che amo chiamare il sole di Napoli, per evitare tutto quel traffico in particolari orari come quelli dell’apertura delle scuole. Il pums a cui abbiamo dato corpo ha in se la pianificazione e programmazione necessaria!

Potrebbe anche interessarti