Studente campano morto in un college a New York. La famiglia: “Sottoposto a trattamenti inimmaginabili”

claudio mandia
Foto: Claudio Mandia, profilo Instagram

Uno studente campano, originario di Battipaglia, in provincia di Salerno, è stato trovato morto in un college di New York negli Stati Uniti. Si tratta di Claudia Mandia, 17 anni. Il decesso sarebbe avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, a poche ore dal suo 18esimo compleanno che sarebbe avvenuto sabato. La sua famiglia era atterrata negli USA proprio per festeggiarlo, ma una volta giunti lì hanno appreso la notizia che li ha devastati.

La nota della famiglia di Claudio Mandia

In una nota, riportata da Ansa, la famiglia ha posto sotto accusa l’istituto affermando che il ragazzo sarebbe stato “sottoposto a inimmaginabili trattamenti da parte dell’amministrazione”. Si è inoltre detta “scioccata e distrutta da questa morte insensata”, aggiungendo che è “in corso una indagine completa” e che è sua intenzione procedere ad “azioni appropriate”.

Gli avvocati escludono l’abuso di sostanze

Nel frattempo gli avvocati americani nominati dai genitori del giovane escludono che la morte possa essere giunta dopo aver abusato di sostanze come alcol o droga. L’autopsia è già stata effettuata, si attendono i risultati che chiariscano le cause del decesso. Claudio Mandia frequentava la Er Academy di Tarrytown, nella contea di Westchester. È un istituto molto esclusivo che richiede il pagamenti di rette da oltre 50mila dollari l’anno.

Potrebbe anche interessarti